Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Mattarella convoca Conte, Di Maio: “Sarà premier politico”

Il giurista salirà al Quirinale alle 17.30. In mattinata faccia a faccia di un'ora tra Salvini e Di Maio. Il capo dello Stato in mattinata avrebbe chiesto ai due leader conferma della loro proposta sul professore

REGGIO EMILIA – Giuseppe Conte, indicato da Lega ed M5s come premier del governo giallo-verde, salirà alle 17.30 al Quirinale. In mattinata nuovo faccia a faccia tra i due leader Matteo Salvini e Luigi Di Maio prima della convocazione. Un incontro durato circa un’ora. Sempre in mattinata il su espressa domanda della Presidenza della Repubblica, i due hanno confermato la proposta di conferimento dell’incarico per la formazione del governo al professor Giuseppe Conte.

“Oggi comincia la terza Repubblica, ve l’avevo detto, l’avevo promesso”, ha detto Di Maio ha commentando la convocazione di Giuseppe Conte al Quirinale. “Ovviamente il presidente decide ma se è stato convocato….”, ha aggiunto. “Ha tenuto tutto l’impianto – ha detto Di Maio – anche se sui ministri chi decide è il premier incaricato”. “Un passo avanti lo fanno i cittadini un passo indietro i politici: ma Giuseppe Conte sarà un presidente del Consiglio incaricato politico”.

“Soddisfazione in casa Lega per la convocazione di Conte dal presidente della Repubblica. Pronti a partire”. E’ quanto si legge in una nota della Lega. In mattinata sia Lega che M5s avevano confermato il nome del giurista.”Conte è e resta assolutamente il candidato premier del Movimento 5 stelle e della Lega”, aveva detto il capo politico del M5S Luigi Di Maio. “Rimane il nostro candidato e della Lega”, aveva detto in mattinata anche Danilo Toninelli, capogruppo del M5s al Senato, ai microfoni di ‘6 su Radio 1’ fuga ogni possibile ripensamento sulla designazione del candidato premier, dopo le notizie su presunte irregolarità nel suo curriculum. L’esponente pentastellato ricorda che Conte “ha alle spalle circa 17 milioni di voti, che sono i cittadini italiani che ci hanno votato il 4 marzo, e non sarà certo per una stupidaggine inventata relativa al suo curriculum a cambiare le cose”.

“Il Professor Conte – aggiunge – è una brava persona, competente, seria, e penso che sarà un ottimo Presidente del Consiglio di tutti gli italiani”. Sulla possibilità che il presidente della Repubblica possa prendere ulteriore tempo Toninelli precisa: “Mattarella ha incontrato ieri la seconda e la terza carica dello Stato per completare il suo percorso istituzionale. Sono convinto che oggi verrà dato l’incarico e finalmente tra pochi giorni potrà partire questo governo che sarà un governo politico”.