Comer Industries, Fabio Storchi passa la guida al nipote

L'attuale ad Matteo Storchi diventerà presidente. Per Fabio e Fabrizio Storchi si apre la sfida di Vimi Fasteners

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – In linea con quanto previsto nel “Patto di famiglia” disposto sul finire degli anni ’90, Fabio Storchi lascia la presidenza di Comer Industries al nipote Matteo Storchi che attulamente è amministratore delegato.

Comer Industries – 1380 addetti, sedi in tutto il mondo e un fatturato consolidato superiore a 350 milioni di euro – è leader nella progettazione e produzione di sistemi avanzati di ingegneria e soluzioni di meccatronica per la trasmissione di potenza. Usa, Cina, Francia, Germania, Inghilterra, India e Brasile sono i mercati strategici nei quali Comer Industries è oggi presente con consociate commerciali e impianti di produzione.

Alla passione per l’impresa, l’innovazione e le relazioni industriali, Fabio Storchi ha accompagnato un grande impegno associativo che lo ha portato, nel corso del tempo, ad occupare diverse posizioni apicali nel sistema Confindustria. Nel 2013 è stato chiamato alla guida di Federmeccanica, la Federazione sindacale dell’industria metalmeccanica nazionale. Nel novembre 2016 ha sottoscritto con i tre sindacati nazionali di categoria il contratto collettivo nazionale del lavoro che ha introdotto un profondo rinnovamento sia nelle prassi negoziali che nei contenuti contrattuali.

Ora per Fabio e Fabrizio Storchi si apre un nuovo capitolo della loro carriera imprenditoriale. Lasciata la guida operativa di Comer Industries, di cui restano significativi azionista, è la volta di una nuova sfida che ha come obiettivo la creazione di un’altra multinazionale tascabile: Vimi Fasteners, l’impresa di Novellara (RE), presieduta dal cugino Aimone Storchi, di cui Fabio è amministratore delegato dal 2011.
Con 240 addetti e un fatturato di oltre 40 milioni di euro, Vimi Fasteners è leader nella progettazione e produzione di organi meccanici di fissaggio, destinati ad applicazioni di elevato contenuto ingegneristico nei settori automotive, industriale e aerospaziale. Partner delle maggiori case automobilistiche mondiali e punto di riferimento nella filiera della Motor Valley emiliana, Vimi – che recentemente ha festeggiato il cinquantesimo anniversario – ha avviato un ambizioso piano di sviluppo. Il primo e più ravvicinato obiettivo è la quotazione in Borsa Italiana, sul mercato AIM, prevista per i prossimi mesi.

Nel commentare i risultati raggiunti e i nuovi impegni Fabio Storchi ha dichiarato di sentire l’esigenza di restituire alle imprese nelle quali è azionista, così come alla propria comunità, una parte della grande esperienza accumulata in una vita da imprenditore. “Ciò che mi riprometto di fare – ha sottolineato Storchi – si può sintetizzare in quattro obiettivi: continuare a creare lavoro e ricchezza, contribuire a un ulteriore rinnovamento delle relazioni industriali, accompagnare il territorio nella rivoluzione digitale che rappresenta il nostro futuro e dedicarmi alla mia grande famiglia, che in tutti questi anni mi ha sempre sostenuto”.

Più informazioni su