Cellulare rubato a suora durante la messa: casalinga denunciata

Ricettazione l’accusa mossa a una 50enne dai carabinieri che sono risaliti a lei grazie ai tabulati telefonici

LUZZARA (Reggio Emilia) – Una casalinga di 50 anni è stata denunciata per ricettazione dopo un furto avvenuto ai danni di una suora nell’ottobre scorso. Alla religiosa, durante una messa alla casa di riposo di Luzzara, era stata rubata la borsa con dentro effetti vari, documenti e il telefono cellulare.

Grazie al tracciamento del codice Imei, ovvero la carta d’identità dei cellulari, i carabinieri di Luzzara sono risaliti all’utilizzatrice dello smartphone rubato che è stata denunciata per ricettazione del celluare che ora è stato restituito alla proprietaria.

I militari hanno chiesto e ottenuto dalla procura l’acquisizione dei tabulati del traffico telefonico che risultava associato a una scheda telefonica intestata ad una donna residente a Luzzara. Le indagini hanno appurato che l’utenza era ancora in uso alla donna. I militari, muniti di decreto di perquisizione, hanno fatto visita alla casalinga che, quando ha saputo i motivi della presenza dei carabinieri ha consegnato loro lo smartphone che, grazie al codice Imei, è risultato essere quello rubato alla suora.

La casalinga si è giustificata dicendo che lo aveva trovato. Non potendo essere denunciata per furto, è stata indagata per ricettazione.