Video porno agli studenti, denunciato il molestatore

E' stato identificato dalla polizia postale l'uomo che, fingendosi una ragazzina, li ha mandati sui cellulari di alcuni alunni della scuola media Pertini

REGGIO EMILIA – La polizia postale ha identificato l’uomo che ha inviato una serie di messaggini che sono arrivati sui cellulari di alcuni studenti maschi della scuola media Pertini di via Medaglie d’Oro della Resistenza. Si tratta di un soggetto con precedenti che, in passato, aveva già fatto cose del genere.

Gli investigatori sono quindi riusciti a risalire al molestatore che, spacciandosi per una ragazzina, ha cercato di farsi mandare foto e video delle parti intime dei ragazzini in cambio di fare altrettanto con loro. Gli alunni a cui sono arrivati questi messaggini ne hanno parlato con i genitori e di docenti. Poi un genitore e la dirigenza della scuola hanno sporto denuncia alla Postale.

Nell’esca lanciata dall’uomo, per convincere gli studenti, al testo erano allegati anche filmati e foto osceni, a carattere pornografico. L’uomo si è spacciato per una ragazza di terza media e voleva ottenere, in cambio, foto e video delle parti intime dei ragazzini. Per fortuna gli studenti si sono rivolti ai loro professori raccontando quanto stava accadendo che, a loro volta, hanno informato la dirigenza scolastica che ha sporto denuncia permettendo di risalire all’uomo.

E’ probabile che l’uomo sia riuscito a trovare i cellulari dei ragazzini su social network tipo Instagram in cui i giovani creano gruppi dove, per un pedofilo, è facilissimo inserirsi, dialogare con loro fingendosi un coetaneo, per poi molestarli. L’istituto comprensivo Pertini 1 e 2, intanto, ha organizzato per giovedì 26 aprile, ore 17.30/19.30, incontri fra adolescenti e adulti sulle relazioni e l’uso consapevole della rete, nell’ambito del progetto Ben-essere.