Scuola, nel 2017 spesa di 4 milioni per gestione servizi 0-6 anni

Il M5S: "Avevamo chiesto dettagli sulle singole voci di costo. Non possiamo votare a scatola chiusa"

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – La spesa del 2017 per la gestione dei nidi e delle scuole d’infanzia convenzionate di Reggio Emilia e’ stata di quattro milioni. A fare la parte del leone i costi dell’appalto dei servizi di tempo lungo e del sostegno pomeridiano ai bambini, affidato a cooperative educative, per un totale di 1,1 milioni. Sono invece sette le strutture aperte anche in estate, per un totale di 672 posti. Sono alcuni dei dati del bilancio consuntivo 2017 dell’Istituzione Nidi e Scuole d’infanzia del Comune di Reggio Emilia, approvato oggi in Consiglio comunale dalla maggioranza, con l’astensione del consigliere del Pd Dario De Lucia e Lucia Lusenti (Sinistra italiana).

Contrario, ma solo per il metodo, e’ invece il gruppo del Movimento 5 stelle. “Le scuole e i nidi d’infanzia costituiscono un patrimonio per Reggio Emilia che non manchiamo di apprezzare e che riteniamo vada sostenuto”, dicono i consiglieri Alessandra Guatteri e Gianni Bertucci. “Occorre pero’ che i bilanci dell’Istituzione vengano presentati con la dovuta trasparenza. Vogliamo poter entrare nel merito delle cifre per poter garantire che i soldi che vengono gestiti, per un totale di circa 28 milioni di euro, di cui 21 dal Comune siano effettivamente spesi al meglio possibile per i nostri bambini”, sottolineano.

Oggi pertanto “avevamo chiesto dettagli sulle singole voci di costo, che ci vengono presentate accorpate e per i”mporti considerevoli, per potere fare le dovute considerazioni. Dettagli che non ci sono arrivati. Non possiamo quindi votare favorevolmente a un bilancio che ci viene presentato a scatola chiusa”, chiudono i pentastellati.

Più informazioni su