Scandiano, si masturba davanti ai bambini che fanno la doccia

E' successo al palazzetto dello sport: denunciato un 28enne di Sassuolo

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Approfittando del fatto che i ragazzini al termine delle attività sportive avevano raggiunto gli spogliatoi per farsi la doccia, è andato nel retro del palazzetto dello sport di Scandiano. Poi, utilizzando un bancale, è riuscito a raggiungere la finestra dei locali della doccia e, guardando i ragazzini mentre si lavavano, si è lasciato andare e inequivocabili gesti di autoerotismo.

Un papà che si trovava all’esterno della struttura sportiva, in attesa che uscisse il figlioletto, lo ha visto e a quel punto l’uomo, vistosi scoperto, è fuggito a piedi. Poco dopo, nel vicino parcheggio, è stato visto mentre saliva su un fuoristrada bianco e si allontanava. E’ riuscito a fuggire, ma chi l’ha visto lo ha urtato con la sua macchina nel tentativo di bloccarlo.

E’ accaduto ieri sera verso le 22,30. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Scandiano e hanno trovato il padre che ha fornito la descrizione dell’uomo, la targa parziale e il modello dell’auto utilizzata per la fuga. Grazie a queste indicazioni i carabinieri sono riusciti a risalire all’auto e quindi al proprietario, una donna residente a Sassuolo. I militari hanno appurato che l’auto era utilizzata dal figlio della proprietaria che, a detta della mamma, si trovava a Scandiano.

Il figlio è un 28enne incensurato di Sassuolo che, sapendo di essere ricercato dai carabinieri, si è presentato spontaneamente in caserma. E’ stato denunciato per atti osceni in luogo pubblico. Un ipotesi di reato che prevede una condanna fino a 4 anni, dato che l’uomo ha commesso gli atti osceni in un luogo abitualmente frequentato da minori con il concreto pericolo che potessero assistervi.