Riduce in povertà la madre per fare la bella vita: denunciato

Maltrattamenti in famiglia le accuse mosse ad un 30enne reggiano dai carabinieri di Boretto. Voleva i soldi per mantenersi e godersi la vita senza lavorare

BORETTO (Reggio Emilia) – Un trentenne di Boretto è stato denunciato per maltrattamenti in famiglia dopo che, per oltre due anni, aveva maltrattato la madre, con cui viveva, offendenola e minacciandola ripetutamente. Lo faceva per ottenere soldi e godersi la vita senza lavorare. La mamma è stata ridotta in povertà e costretta a chiedere prestiti per soddisfare le sue primarie esigenze di vita.

Il comportamento aggressivo del figlio è iniziato in concomitanza con la morte del padre avvenuta alcuni anni fa. I suoi atti hanno portato la donna a un grave dissesto economico che ha visto azzerare il conto dove aveva accumulato, con il marito, i risparmi di una vita. Dato che dava i soldi al figlio la donna non solo aveva difficoltà nel pagamento delle utenze (luce acqua e gas), ma anche nell’acquistare gli alimenti.

La donna è stata costretta a chiedere aiuto ai carabinieri di Boretto a cui ha sporto denuncia.