Prende a calci l’auto dei carabinieri e a schiaffi un militare: arrestato

Il raptus di follia ieri sera, poco dopo le 20, in via Timolini a Correggio: un militare ferito, per lui 5 giorni di prognosi

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Un 47enne correggese è stato arrestato, ieri sera verso le 20, in un locale di via Timolini, con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, dai carabinieri della stazione locale. I militari erano andati lì per controllare un detenuto domiciliari.

Da un bar vicino è uscito un uomo a cui, proprio per il suo stato di manifesta ubriachezza, l’esercente aveva smesso di dare da bere. Forse credendo che i carabinieri si trovassero lì per lui, l’uomo improvvisamente si è avvicinato all’auto di servizio e ha iniziato a colpirla ripetutamente con pugni e calci e, approfittando dell’assenza di uno dei militari, impegnato nei controlli del detenuto, ha tentato di entrare all’interno dell’abitacolo lato passeggero.

L’azione è stata impedita dall’altro militare che, dopo essere uscito tempestivamente dalla macchina, è andato verso lo sconosciuto e nel tentativo di impedire che questi continuasse a danneggiare l’auto, è stato colpito violentemente al volto con uno schiaffo, minacciato e offeso. Grazie al sopraggiungere del collega e di un altro equipaggio arrivato in ausilio, l’uomo è stato bloccato e arrestato. Il carabiniere ha riportato lesioni giudicate guaribili in 5 giorno. Il 47enne, per via del suo stato di alterazione psicofisica dovuta all’uso smodato di alcolici, dopo essere stato sedato sul posto dai sanitari del 118, è stato portato all’ospedale di Reggio.