Furto di bici in un garage, moldavo arrestato

Il 18enne è stato fermato dagli agenti della squadra volante sul Lungo Crostolo. Il complice che era con lui è riuscito a fuggire

REGGIO EMILIA – Un moldavo 18enne è stato arrestato ieri notte, sul ponte pedonale che collega via Zanichelli a via Guido da Baiso, per furto aggravato in concorso in abitazione di due biciclette e denunciato per ricettazione in concorso dello scooter che conduceva. Si cerca il complice che era con lui e che è riuscito a fuggire.

Ieri notte una pattuglia della polizia, passando in via Lungo Crostolo, ha notato, all’altezza della rotonda via Zanichelli/via Francia, due soggetti a bordo di uno scooter che trasportavano a spalla due biciclette tipo mountain bike. Gli agenti della squadra volante, insospettiti, hanno deciso di controllarli.

Quando hanno visto i poliziotti i due uomini hanno iniziato fuggire verso via Zanichelli, infilandosi sul ponte pedonale che collega via Zanichelli a via Guido da Baiso. Dopo un breve inseguimento, arrivati nei pressi del ponte pedonale, sono finiti con lo scooter contro due paletti di cemento e sono caduti a terra.

Il passeggero, rimasto ignoto, si è alzato ed è fuggito verso via Guido da Baiso in direzione via Cecati, facendo perdere le sue tracce. Il conducente è stato invece bloccato e identificato. E’ un moldavo, appena diciottenne, non in regola con le norme che regolano il soggiorno. In seguito a una perquisizione è stato trovato in possesso di numerosi utensili da scasso, che sono stati sequestrati.

Da accertamenti effettuati, il motociclo utilizzato risultava rubato a gennaio di quest’anno. Le due bici sono una mountain bike in alluminio nera e una mountain bike in carbonio arancione. Gli agenti sono riusciti a risalire al probabile proprietario che è stato contattato e, dopo un controllo nel suo garage, ha confermato il furto.