Terremoto alla Fondazione dello Sport, si dimette il presidente

Leopoldo Melli ha lasciato oggi, mentre Enrico Cavazzoni, rappresentante delle societa' partecipanti, lo ha fatto la scorsa settimana. Lascia anche Annamaria Crisalli

REGGIO EMILIA – Acque agitate nella Fondazione per lo sport del Comune di Reggio Emilia. Il presidente Leopoldo Melli (foto) ha rassegnato oggi le dimissioni mentre Enrico Cavazzoni, rappresentante delle societa’ partecipanti, lo ha fatto la scorsa settimana. Alla base delle defezioni ci sarebbero dissidi con la dirigenza di nomina comunale della fondazione.

Il consiglio, ora, è praticamente azzerato. Ha lasciato anche la consigliera Annamaria Crisalli eletta sempre nel 2016 in quota sostenitori da Uisp, Coni e Csi, partecipanti istituzionali della fondazione. Sono rimasti solo i due nominati dal sindaco: Nicola Simonelli, responsabile educativo di Ac Reggiana 1919 e Elena Pieracci, insegnante e formatrice di numerose società sportive.

Il consiglio attuale era in carica da solo un anno e doveva restare per cinque anni. Alla base delle dimissioni, come scritto, ci sarebbe il difficile rapporto con il direttore della Fondazione, Domenico Savino. Ora il sindaco dovrebbe incontrare Leopoldo Melli per capire meglio le ragioni della rottura.

La consigliera comunale Cinzia Rubertelli chiede quindi al sindaco Luca Vecchi “di respingere con vigore le dimissioni del presidente Melli che ha sempre rappresentato la volonta’ di rinnovamento e cambiamento di un modello ormai obsoleto e in parte superato”, e invita il primo cittadino “ad aprire con urgenza un tavolo di confronto con le societa’ sportive e convocare subito gli Stati Generali dello Sport”.