Quantcast

Farm Service, il sindaco chiede il riesame delle autorizzazioni

Dopo la denuncia dei residenti vengono chieste migliorie su odori e acque reflue

REGGIO EMILIA – Il sindaco Luca Vecchi accoglie le istanze dei cittadini di Roncocesi, da tempo in rotta con la Farm service, azienda con sede nella frazione che lavora sottoprodotti della macellazione di origine animale per trasformarli in farine e grassi. Alcune settimane fa i residenti avevano denunciato in sala del Tricolore di respirare “emanazioni asfissianti e vomitevoli” che provocano “nausea, mal di testa e insonnia” e obbligano a “ri-lavare i panni stesi” e “a restare anche d’estate chiusi in casa con i condizionatori funzionanti”.

Poco dopo gli amministratori locali erano stati nuovamente sollecitati quando, a causa di un malfunzionamento del sistema fognario interno dell’azienda, si era verificato uno sversamento di sangue e materiale organico in un vicino canale di irrigazione. Oggi il primo cittadino – con una lettera formale e di valenza giuridico-amministrativa (un atto sindacale) – ha quindi chiesto ad Arpae Reggio Emilia di “avviare il procedimento per il riesame complessivo della procedura di Autorizzazione integrata ambientale (Aia)” per Farm Service, richiesta che comporta una revisione anticipata della procedura Aia, rispetto alla scadenza naturale.

Nella lettera si citano anche alcune direttrici di modifica dell’autorizzazione stessa, riguardo sia al contenimento delle emissioni odorigene che al miglioramento degli standard di funzionamento della rete di canalizzazione delle acque reflue. L’atto sindacale e’ stato in particolare trasmesso alla struttura di Arpae competente per le autorizzazioni ambientali e e alle strutture territoriali dell’agenzia deputate ai controlli.