Quantcast

Birra e asini, il 25 Aprile alternativo dell’Arrogant foto

Circa 150 amanti del luppolo hanno attraversato Reggio dietro a Gastone, Iolanda e Ginevra, tre splendidi asini caricati per l'occasione con 6 sporte di Drink Moor Beer

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un 25 aprile decisamente alternativo e libertario quello organizzato da Alessandro Belli per festeggiare il decennale dell’Arrogant, il noto Pub di Canali dedicato alle birre acide e al buon cibo. Circa 150 amanti del luppolo hanno infatti partecipato all'”Asino Tour” e attraversato Reggio dietro a Gastone, Iolanda e Ginevra, tre splendidi asini caricati per l’occasione con 6 sporte di Drink Moor Beer, la celebre birra acida inglese, e del Nuovo Birrificio Lambrate.

Tutti in fila indiana dietro ai tre simpatici equini, guidati da Massimo Montanari che, indossando una maglietta di colore granata con su scritto “Dai c’andom”, ha condotto il serpentone umano ed asinino attraverso la via Emilia, Piazza del Monte, Piazza Prampolini, viale Umberto I e il Parco delle Caprette, sotto gli sguardi sorpresi e divertiti dei passanti. Cori pittoreschi e non sempre politicamente corretti, come “Bevo, bevo, bevo, bevo, bevo/mi ubriaco e son felice” e “Chi non salta
parmigiano è”, si sono alternati a brevi lezioni di storia reggiana su via San Carlo, un tempo attraversata da un antico canale del Secchia, e di botanica, sulle foglie del parco del Crostolo, molto gradite dai birraioli arrivati anche da Milano, Barcellona e Bristol.

Montanari ha anche ricordato ai partecipanti che hanno marciato lungo la via Emilia nell’anniversario della Liberazione che Reggio Emilia è ufficialmente “città asinabile”, città cioè in cui gli asini a quattro zampe sono autorizzati a circolare sulle ciclabili e per le vie del Centro Storico. Appuntamento ora al 1° giugno, quando ai Chiostri della Ghiara prenderà via la nuova edizione dell’Arrogant Sour, il più grande festival europeo dedicato alle birre acide

Più informazioni su