Il 25 Aprile a Reggio, ecco tutte le celebrazioni

Incontri, conferenze, commemorazioni, visite ai luoghi della Resistenza, spettacoli e proiezione di film

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Incontri, conferenze, commemorazioni, visite ai luoghi della Resistenza, spettacoli e proiezione di film. Come ogni anno, a Reggio Emilia e in provincia sono numerosi gli appuntamenti proposti da istituzioni e associazioni per ricordare l’anniversario della Liberazione dal nazifascismo e la fine della seconda guerra mondiale.

Reggio Emilia
A Reggio Emilia, il momento centrale del 73° anniversario della Liberazione sarà la giornata di mercoledì 25 aprile, che verrà aperta alle 10.30 dalla messa celebrata nella basilica della Ghiara in suffragio dei Caduti. Alle 11.15, un corteo partirà da corso Garibaldi in direzione di piazza Martiri del 7 Luglio, dove verrà deposta una corona al monumento dei Caduti della Resistenza e di tutte le guerre. Alle 11.30 gli interventi del sindaco Luca Vecchi, del presidente della Provincia Giammaria Manghi, di Ermete Fiaccadori presidente Anpi, di Stefano Bonaccini presidente della Regione Emilia Romagna e la testimonianza di studenti che hanno partecipato al Viaggio della Memoria 2018.

Quest’anno, in occasione della festa del 25 Aprile, presso i monumenti di piazza Martiri 7 luglio – monumento ai Caduti della Resistenza, Sacrario ai caduti della Resistenza; monumento ai Caduti del 7 luglio 1960 – saranno collocate tre stele esplicative della storia di quei manufatti, complete di QRcode per l’acquisizione e la visione tramite smartphone. Il progetto è stato promosso dall’Anpi e dall’Auser in collaborazione con il Comune di Reggio.

Massenzatico
Cappelletti, cibo, musica. Come ogni anno, le Cucine del Popolo di Massenzatico si preparano a festeggiare il 25 aprile con gli ormai celebri cappelletti antifascisti preparate dalle rezdore della zona. Martedì 25 aprile si annuncia quindi una giornata molto intensa in quel di Massenzatico, con tante iniziative proposte insieme dai circoli Arci “Cucine del Popolo” e “La Capannina Paradisa” per omaggiare a dovere la Liberazione grazie agli sforzi di decine di volontarie e volontari.

Dalle 10 sino a sera la zona del circolo La Paradisa in via Beethoven 78 ospiterà banchetti, stand, musica, spazi bambini e tanti spettacoli. Dalle 10 ci saranno delle performance itineranti con Cecio e gli Spavaldi, e alle 11 è previsto un dibattito sull’antifascismo in esilio negli anni ’20 e ’30. Alle 13, il momento più atteso, il pranzo a base di cappelletti, preparati a mano in questi giorni dalle rezdore di Massenzatico. Un evento che richiama sempre tantissime persone al teatro Artigiano, a poca distanza dal circolo, e per cui è obbligatoria la prenotazione chiamando il numero 347 3729676.

Il menù prevede i bolliti oltre ai cappelletti, il costo è di 20 euro a persona. Per chi non riesca a trovare posto, ci saranno comunque altri piatti disponibili a La Paradisa. Dopo pranzo si torna proprio al circolo per lo spettacolo con gli Impresentabili e il dj set di Dj Proto-Khay. A chiudere, si tornerà a tavola in compagnia per la pastasciutta del partigiano. In caso di maltempo la festa è confermata. Per informazioni 340 7693229 e www.cucinedelpopolo.org.

Rubiera
Anche quest’anno il Comune di Rubiera dedica la Festa della Liberazione alla lotta contro le mafie: il 25 aprile, infatti, 73° della vittoria sul nazi-fascismo, le celebrazioni rubieresi comprenderanno un momento dedicato a questa “nuova resistenza”, con la partecipazione in collegamento video di Ignazio Cutrò, presidente dell’Associazione nazionale dei Testimoni di Giustizia. Il programma: ritrovo davanti al Municipio alle 8,15: da lì ci si recherà al cippo di San Faustino, quindi al cimitero di Rubiera per gli onori ai caduti per la Libertà; poi si tornerà davanti al Municipio e si formerà il corteo per la chiesa parrocchiale dove è prevista la santa messa alle 9,45. Dopo il rito religioso il corteo percorrerà le strade del centro, con destinazione il teatro comunale Herberia, dove, alle 11,30, sono previsti i discorsi ufficiali: quello del Sindaco poi quello, in video-conferenza, di Ignazio Cutrò. Sarà l’occasione anche per inaugurare la nuova stele posta accanto al Monumento ai Caduti: realizzata in collaborazione con ANPI, contiene un QRCode in grado di proiettare gli smartphone alla pagina web dedicata alla Resistenza rubierese sul relativo portale.

Scandiano
Festa della Liberazione tra oggi e domani. Si inizia oggi alle 20.15 con lo spettacolo “Ricordi liberati”, curato dal centro teatrale MaMiMò con gli studenti delle scuole medie, che hanno intervistato i loro nonni. Domani le celebrazioni ufficiali, che inizieranno alle 8.45 e proseguiranno sino alle 11.30 in consiglio comunale. Nel pomeriggio, si chiude con la biciclettata sui cippi partigiani.

Albinea
Alla mattina il giro dei cippi, per gli omaggi floreali, e per la cerimonia ufficiale alle 10.30 in piazza Cavicchioni. Interverranno la partigiana Giacomina Castagnetti, il sindaco Nico Giberti, Simone Varini e Giulia Ferrari di Anpi Albinea. A seguire pranzo con cappelletti e costine d’agnello in piazzale Lavezza. Prenotazione obbligatoria: 339-3288993 .

Quattro Castella
Il 25 aprile a Quattro Castella con il deputato Pd Andrea Rossi. Il parlamentare reggiano parlerà in piazza Dante insieme a sindaco e Anpi. Quattro Castella ricorda il 73esimo anniversario della Liberazione con una serie di appuntamenti organizzati da Comune e Anpi in collaborazione con Auser, Ancescao, Alpi, Spi Cgil. La mattinata sarà dedicata alle deposizioni di corone sui monumenti ai caduti (ore 9.30 Puianello, ore 9.50 Montecavolo, ore 10.30 Quattro Castella) e si concluderà alle 10.40 in piazza Dante con la commemorazione ufficiale insieme al sindaco Andrea Tagliavini, alla vicepresidente comunale dell’Anpi Laura Rodolfi e al parlamentare reggiano Andrea Rossi. Sarà presente la Banda musicale di Viano.

Casalgrande
Si parte alle 10 con uno spettacolo itinerante, seguito dalla parte istituzionale e dalla banda musicale di Cavola. L’ultimo atto della mattinata sarà quello più spettacolare: i paracadutisti della scuola nazionale Bluesky porteranno il tricolore su Casalgrande, con un lancio dedicato al 25 Aprile. Si riprende alle 15 con la pedalata per la pace con partenza dal parco Amarcord e arrivo con rinfresco in piazza Ruffilli.

Castellarano
Alle 10 con la messa e lo spettacolo del Coro Città di Castellarano. Alle 11 discorso del sindaco Giorgio Zanni; alle 11.20 riflessioni dei ragazzi delle medie e alle 11.50 posa delle corone ai monumenti dei Caduti. A seguire pranzo della Liberazione al circolo Arci di via Chiaviche. Dopo il pranzo, spettacolo musicale resistente degli History Tellers.

Gattatico
La Festa del 25 aprile a Casa Cervi è un evento ormai entrato nella consuetudine della Festa della Liberazione a livello nazionale. Migliaia di cittadini da tutta Italia, da ormai 15 anni, hanno scelto Casa Cervi come luogo prediletto per celebrare questa festa nazionale, in maniera antiretorica e conviviale, tra musica e grandi ospiti istituzionali, dal mondo della cultura e della cittadinanza attiva. La grande manifestazione del 25 aprile si svolgerà come ogni anno dalle ore 10 alle ore 20 del 25 aprile in tutta l’area dell’Istituto Cervi, il vecchio podere della famiglia Cervi, tra Campegine e Praticello, nel Comune di Gattatico. Coinvolgerà sia le strutture della Casa Museo, aperta al pubblico ininterrottamente per l’occasione da mattina a sera e sede di mostre aperte ai visitatori per tutta la giornata.

All’interno dell’area della festa i visitatori troveranno stand informativi, punti ristoro, spazi di ritrovo, ambienti di spettacolo esterni ed interni, bancarelle associative e commerciali. Oltre che tutti i servizi necessari per lo svolgimento della festa. Il cuore degli eventi, come da tradizione, si svolge nel pomeriggio, quando sono attesi tantissimi giovani e famiglie per il programma del giorno e per un 25 aprile che significa soprattutto contenuti e grandi ospiti che rispondono al richiamo antifascista di Casa Cervi. Alle 14,30 l’apertura ufficiale delle Celebrazioni con il saluto della Presidente dell’Istituto Cervi, Albertina Soliani, di Giammaria Manghi, Presidente Provincia di Reggio Emilia, e del Sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi.

A partire dalle ore 15 si alterneranno sul palco numerose testimonianze di Resistenza dall’Italia e dal mondo. Avremo l’onore di ascoltare la testimonianza di Nando Dalla Chiesa, presidente onorario di Libera contro le mafie, il contributo di Maurizio Viroli, filosofo politico dell’Università di Princeton, che salirà sul palco del 25 aprile dopo la serata del 24 aprile dedicata alla Costituzione e ai giovani, e infine, in rappresentanza di un popolo ancora oggi perseguitato, Soran Ahmad, Segretario Istituto Internazionale di Cultura Kurda.

Al 25 aprile a Casa Cervi non possono mancare i concerti che, per tutto il pomeriggio, a partire dalle 13,30, arricchiranno la festa di colori, musica e valori: Bandabardò, Mosche di Velluto Grigio, Mé, Pék e Barba e il Duo Mezza Pensione. In chiusura della Festa il Dj set resistente a cura di Mark Bee. Per tutta la giornata funzioneranno gli stand di ristoro e gastronomici della tradizione reggiana, e gli spazi espositivi delle Associazioni e del commercio equo solidale. Sarà attivo per tutta la giornata, dalle ore 10 alle ore 20, il servizio gratuito di navetta continua dai parcheggi della Festa.

Cavriago
Il 25 aprile ci sarà la cerimonia di commemorazione del 73° Anniversario della Liberazione con deposizione alle 9 dei fiori ai cippi ai Caduti; ore 10 Santa Messa nella Chiesa di San Terenziano; ore 11 corteo e deposizione delle corone ai monumenti ai caduti; ore 11.30 in piazza Dossetti, discorsi del sindaco Paolo Burani e di Livio Piccinini, partigiano Delinger. La cerimonia sarà accompagnata dalla Banda di Marmirolo e dal Coro Città di Cavriago.

Bibbiano
Alle 8 la deposizione dei fiori ai cippi di Bibbiano e Barco. Alle 8.45 da piazza 25 Aprile, a Barco, partirà il corteo di commemorazione ai Caduti, accompagnato dalla banda Novecento. Alle 9.45, dopo la messa, corteo di commemorazione ai cippi di Don Pasquino Borghi e dei fratelli Corradini. Alle 10.30 musiche e canti della Memoria, alle 12.30 (al parco La Manara) pranzo della Liberazione. Info: 339-3158106.

San Polo
Alle 9 messa nella chiesa del castello; alle 9.45 corteo in piazza Matteotti accompagnato dal gruppo musicale “Ottoni Matildici”; alle 10.30 suonerà la sirena antiarea originale. Sul palco i bimbi della scuola materna Papa Giovanni XXIII canteranno l’inno di Mameli. Alle 13 pranzo al Circolo Arci Pontenovo con menù tradizionale, prenotazioni al 392-5925261.

Montecchio
A Montecchio la Liberazione si festeggia oggi. Alle 9.30 al palazzetto dello sport è in programma “Resistenza, Libertà e Costituzione”, iniziativa a cura degli insegnanti e degli studenti della scuola media Zannoni in collaborazione con l’Anpi. Alle 18 commemorazione sui cippi dei partigiani (ritrovo in piazza della Repubblica); alle 20.30 messa nella chiesa nuova; alle 21 la campana civica darà il via alla fiaccolata al Monumento della Pace con la banda.

Novellara
Anche Novellara si prepara a festeggiare il 25 aprile, fra conferme e novità. Sono confermati il classico giro dei cippi, accompagnato da letture e musica, in partenza dalla Rocca il 25 aprile alle ore 8.30. È poi confermato il discorso del Sindaco in Piazza Unità d’Italia, dalle ore 10.30, con esibizione degli allievi della scuola di musica Cepam. Come sempre, sarà inoltre possibile pranzare in piazza con Proloco. Ad animare il pranzo sarà quest’anno la musica di Eugenio Rodondi. Dopo pranzo giochi in piazza a cura del Progetto Giovani. Novità sono invece il laboratorio di creazione di una girandola, a cura della ludoteca Giochilandia (dalle 10.30 in Piazza Unità d’Italia), la mostra fotografica “Le nuove resistenze” a cura del Progetto Giovani e la mostra di bandiere realizzate dai bambini della scuola dell’Infanzia Arcobaleno.

Rio Saliceto
A Rio Saliceto il 25 Aprile sarà dedicato a Giacomo Ulivi, giovane martire per la libertà, citato più volte dal comandante “Diavolo”, Germano Nicolinii. A Ulivi sarà intitolato il parco comunale. Al mattino presto ci sarà la tradizionale colazione antifascista poi si formerà il corteo che depositerà davanti al municipio la corona d’alloro. Qui, come accade da quattro anni a questa parte, i ragazzi del Consiglio comunale ragazzi leggeranno i loro scritti. Poi tutti al cimitero davanti alla cappella dei caduti per la messa. Al pomeriggio i partecipanti alle iniziative depositeranno fiori alle lapidi che ricordano le vittime riesi della seconda guerra mondiale.

Correggio
Si inizia al mattino con la messa, il corteo con la banda in centro e gli interventi istituzionali. Alle 13 si passa al parco della Memoria per un picnic unito a spettacoli di suonatori e giocolieri assieme ai banchetti di diverse associazioni. Alle 16 prenderà poi il via la camminata dei cippi, una manifestazione podistica con due percorsi da 5.5 o 11 chilometri. Alle 16.30 passeggiata fra i luoghi della Resistenza accompagnati dal coro dei Violenti Piovaschi. Dalle 18,30 alle 23,30, al Parco della Memoria, si terrà “Materiale resistente”. Dopo il corteo antifascista per le vie della città, concerto dei Rumba de Bodas (reggae/funky da Bologna) e delle Bestierare + Dj Amaro (Hip Hop da Roma). A seguire i dj di BASSAfedeltà.

Cadelbosco Sopra
Alle 10 nella chiesa di San Celestino la messa e, alla fine, la commemorazione per i caduti davanti al monumento di piazza della Libertà. Alle 11.15 il parco tra via Fellini e via Rodari sarà intitolato al tenente Edward F. Golden Jr e sarà inaugurata una targa in memoria dei tre soldati americani caduti in guerra il 24 aprile del 1945 a Cadelbosco.

Boretto
Alle 9.45 una delegazione raggiungerà il Casello 23, il cippo dedicato a Fulgenzio Zani e la cappella dei caduti per la deposizione di un omaggio floreale. Alle 10 ritrovo in piazza San Marco per la partenza del corteo (accompagnato dalla banda) verso il monumento dei caduti, davanti al quale alle 10.30 sono previste l’alzabandiera, la benedizione e la commemorazione della Liberazione. Alle 11 messa in basilica.

Poviglio
Alle 9.30 la messa. Poi la visita ai monumenti commemorativi dei caduti e conclusione del corteo in piazza Umberto I, dove alle 10.30 è previsto il discorso del sindaco Giammaria Manghi. Poi la rappresentazione “Lo specchio della guerra nel cuore dei bambini”, a cura delle classi quinte elementari, e con le “Letture della Memoria” a cura degli studenti di terza media. Alle 15.30 in programma la “Pedalata della Liberazione”.

Castelnovo Sotto
Alle 10, davanti al municipio, la messa e poi la commemorazione e la benedizione del monumento ai Caduti e dei cippi. Alle 10.30 partenza della delegazione commemorativa per la benedizione del cippo di Sesso. Nel pomeriggio Pedalata della pace (ore 14.30). Al rientro al parco Rocca (ore 17) il sindaco Maurizio Bottazzi consegnerà la Costituzione ai 18enni.

Brescello
Si parte alle 9 con la messa e poi la deposizione di una corona di fiori davanti al monumento commemorativo a Lentigione. Alle 10.30 il corteo che procederà lungo le vie e le piazze del centro storico con racconti, narrazioni e musiche ispirate alla Resistenza e alla Liberazione.

Guastalla
A Guastalla c’è la “Biciclettata del 25 aprile”. Alle 9, concentramento in piazza Mazzini ed inizio del percorso storico fino ai cippi di S. Girolamo ed alle case di latitanza. Alle 11 ritorno in piazza Mazzini per le celebrazioni ufficiali. Al termine il “Pranzo della Liberazione”. Quota di partecipazione: 20 euro (12 euro per bambini fino agli 8 anni).

Gualtieri
Alle 9 posa delle corone a Santa Vittoria al monumento dei Caduti; ore 9.45 omaggio agli eroi della Nuova Resistenza al palazzetto “Falcone-Borsellino”; ore 10 posa delle corone a Pieve Saliceto al monumento dei Caduti; ore 11, posa delle corone a Gualtieri in piazza Bentivoglio e piazza IV Novembre. Alle cerimonie parteciperanno il Complesso Bandistico di S. Vittoria e gli studenti dell’Istituto Comprensivo di Gualtieri. Alle ore 12.30 a palazzo Greppi a Santa Vittoria il “Pranzo Resistente”.

Luzzara
Torna la biciclettata con il sindaco Andrea Costa, organizzata da Anpi Luzzara e amministrazione comunale. Si parte da piazza Nodolini alle 9.30. Il percorso prosegue poi per Villarotta (10.30), Casoni (11.15) e Codisotto (11.45). A Codisotto aperitivo. Prazo nell’area feste a cura di Arci Marasma 51, che devolverà il ricavato all’Anpi per la manutenzione dei cippi.

Castelnovo Monti
Anche quest’anno il 25 aprile a Castelnovo Monti avrà una forte vocazione europea: alle celebrazioni torneranno a partecipare delegazioni di Illingen e Voreppe, i Comuni gemellati con Castelnovo, e di Kahla, la località tedesca dove furono deportati diversi montanari, costretti a lavorare nel campo sotterraneo in cui i nazisti realizzavano i caccia a reazione Me 262, e da cui molti non fecero ritorno. La manifestazione è organizzata da Comune di Castelnovo Monti, Associazioni Partigiane, Combattentistiche e dei Deportati, Unione dei Comuni dell’Appennino, Comitato gemellaggi di Castelnovo, Istituti superiori Cattaneo – Dall’Aglio e Nelson Mandela.

“Un’Europa di cittadini” è il titolo dato alla giornata, per commemorare il 73° anniversario della Liberazione, il 70° della Costituzione, il 74° della lotta di Liberazione. Il programma prevede mercoledì alle 9.15 il ritrovo a Castelnovo in piazza Peretti e il corteo per le strade del paese, con deposizione degli omaggi floreali al Teatro Bismantova, dove furono imprigionati gli uomini rastrellati in Appennino prima della deportazione, alla pineta di Monte Bagnolo con il monumento ai Caduti, al Monumento alla Partigiana vicino a Palazzo Ducale, al Monumento al Deportato vicino all’Isolato Maestà, alla pietra d’inciampo posta in via Primo Maggio. Delegazioni Partigiane porteranno corone anche ai cippi di Sparavalle, Tavernelle, Peep Pieve, Villaberza, Gombio. Rientrati in piazza Peretti, con l’accompagnamento della Banda musicale di Felina, alle ore 10 ci sarà il saluto del Sindaco Enrico Bini, seguito dalle riflessioni degli studenti degli Istituti Cattaneo – Dall’Aglio e Mandela sul recente Viaggio della Memoria.

Seguiranno gli interventi dei rappresentanti delle delegazioni di Illingen, Voreppe e Kahla. A Felina alle 12 ci si ritroverà in piazza Resistenza, dove si formerà il corteo. Alle 12.30 ci sarà la deposizione di una corona al Monumento ai caduti. Alle 13 al Parco Tegge il Pranzo sociale della Liberazione organizzato dalle Associazioni Partigiane.

Vezzano
Un 25 Aprile tra cerimonie ufficiali e “Pastasciutta della Liberazione”. Alle 10.30 commemorazioni a partire da Sedrio, poi piazza Vittoria e cimitero del capoluogo; 11.45 inaugurazione della mostra “Quella notte a Botteghe”. Alle 12.30 la Pastasciutta della Liberazione con pasta e vino offerti dal “Gruppo d’azione 25 Aprile”, centro sociale “I Giardini” con il patrocinio del Comune.

Casina
La commemorazione per il 25 Aprile avrà inizio alle 9.30 con la celebrazione della messa in onore e ricordo dei caduti, in piazza IV Novembre. A seguire ci sarà l’intervento del sindaco Stefano Costi, letture a cura degli studenti delle medie e la consegna di segnalibri realizzati dagli stessi studenti. Seguirà l’omaggio ai partigiani e ai civili caduti nel cimitero di Casina e nelle località Le Tane, Bussina, Vercallo, Cortogno e La Grotta.

Carpineti
Festa del 25 Aprile in piazza a Carpineti. Si inizia alle 9 con la messa, seguita dal corteo collettivo, con ritrovo alle 9.45 in piazza della Repubblica. Davanti al monumento ai Caduti di piazza Matilde di Canossa interverranno il sindaco Tiziano Borghi, il consigliere regionale Yuri Torri, il presidente dell’Anpi carpinetana Nunzio Ferrari. A chiudere, inizierà il tour di deposizione di fiori ai cippi delle località diPantano, Poiago, Colombaia, Pianzano, Saccaggio, Parco Pubblico e Valestra.

Più informazioni su