Quantcast

Reggiana, in 2.000 a fianco della squadra e di Mike Piazza foto video

Gli ultras granata sfilano per le vie di Reggio per chiedere alla amministrazione di "tutelare" il patrimonio rappresentato dalla squadra. Il gruppo Vandelli: "Via il Sassuolo da Reggio, quello stadio è nostro". Striscione contro l'amministrazione

REGGIO EMILIA – In 2.000 a sfilare per le vie cittadine per sostenere Mike Piazza e ricordare che “la Reggiana è l’unica squadra cittadina”. I tifosi con questa manifestazione chiedono all’amministrazione comunale di “tutelare” il patrimonio rappresentato dalla Reggiana e all’amministrazione comunale di difenderla nella disputa che si è aperta con la Mapei e Squinzi. Qualche coro contro il Sassuolo e Squinzi, fumogeni, critiche all’amministrazione (“Un americano che ama la città, un’amministrazione senza dignità”, si leggeva su uno striscione) ma, nel complesso, la manifestazione, che si è conclusa in piazza San Prospero, si è svolta in modo pacifico e civile.

Reggiana

Stefano Cavazzoni, del gruppo Vandelli, ha detto poco prima che il corteo partisse davanti al Mirabello: “A Reggio deve giocare solo la Reggiana. La Mapei ha acquistato lo stadio all’ultimo momento. Hanno cercato di insediarsi qui. Noi non vogliamo pagare quell’affitto assurdo per un impianto che abbiamo costruito con i soldi dei nostri abbonamenti. Lo stadio è un bene pubblico di Reggio e noi abbiamo diritto di giocarci anche a costo zero, perché loro beneficiano di un bacino di utenza e di soldi della Lega che vengono dati al Sassuolo calcio per la provincia di Reggio e Modena. A Reggio deve giocare solo la Reggiana. Molti tifosi italiani sono solidali con noi e anche politici di Reggio e industriali. Squinzi a Reggio ha finito il suo ciclo. Lo stadio è vuoto. Ci sono trecento persone in curva”.

E aggiunge: “Loro dicono che hanno fatto investimenti per otto milioni di euro. Si vede, ma hanno rifatto il campo da gioco quattro volte perché lo hanno sbagliato. I seggiolini li hanno voluti mettere loro in curva per chiamarla tribuna, ma per noi resta curva. Altri interventi importanti non ne abbiamo visti. Vorrei vedere il dettaglio”. E poi torna sull’affitto: “E’ assurda una cifra di 280mila euro più iva per giocare lì dentro quando il Sassuolo spendeva 190mila euro in serie B a Modena. Io sarei d’accordo a pagare 10mila euro a partita e poi fare anche le amichevoli. Noi siamo con chi vuole bene alla Reggiana e con Mike Piazza. Per noi la Reggiana è la squadra di Reggio. Il prossimo anno è il centenario e lo stesso Mike può essere un’opportunità”.

E conclude: “So che il sindaco sta lavorando per trovare una mediazione che porti a un accordo. Lo stadio Giglio è della Reggiana e noi non possiamo essere sfrattati. Speriamo che la politica riesca ad essere unita su questo fronte. Il Sassuolo? Penso che debba giocare a Sassuolo. La serie A deve obbligare a giocare le squadre a giocare nella propria città. Il Sassuolo si deve costruire un campo fuori da Reggio. Il Giglio è della Reggiana”.