Film su Antonio Ligabue, inizia il casting a Guastalla

Una prima selezione sarà fatta nei giorni 16 e 17 marzo dalle 10 alle 18, orario continuato, nella sede della Proloco a Palazzo Ducale (via Gonzaga 16, Guastalla)

GUASTALLA (Reggio Emilia) – Palomar, nota società di produzione televisiva e cinematografica italiana (Il commissario Montalbano, Il Commissario Maltese, Il giovane Favoloso e altri prodotti di successo) ha iniziato la preparazione del nuovo film di Giorgio Diritti, “Volevo nascondermi”, sulla vita del pittore Antonio Ligabue (1899-1965), le cui riprese avranno inizio a maggio 2018 nelle province di Reggio Emilia e Bologna. La casa di produzione si sta rivolgendo a teatri stabili, compagnie amatoriali, scuole di teatro, laboratori teatrali, scuole di danza e polisportive del territorio per comporre il cast del film e fa sapere che fisicità e volti d’epoca saranno naturalmente ben graditi.

“Cerchiamo un giovane attore tra i 16 e i 18 anni che interpreti Ligabue nel periodo adolescenziale, e un bambino sui 6-8 anni che lo interpreti da piccolo. Toni Ligabue aveva una fisicità particolare, magro, orecchie a sventola, spalle ricurve: non pretendiamo una totale similitudine, ma assonanza fisica sì, soprattutto per quanto riguarda il ragazzo di 16-18 anni, mentre il bambino potrà avere tratti meno distintivi. Oltre a lui, stiamo cercando uomini e donne adulti dai 20 ai 70 anni per il resto del cast e per le comparse, e bambini e bambine tra i 5 e 10 anni per piccoli ruoli e figurazioni e, particolarmente, una bambina 5/8 anni magra e minuta”.

Una prima selezione sarà fatta nei giorni 16 e 17 marzo dalle 10 alle 18, orario continuato, nella sede della Proloco a Palazzo Ducale (via Gonzaga 16, Guastalla). Si ricorda che i minori dovranno essere accompagnati dai genitori che ne esercitano la patria podestà. Chi fosse impossibilitato a venire in queste due giornate può inviare due foto (primo piano e figura intera) e un breve descrizione all’indirizzo mail ligabuecasting@gmail.com, per poi essere eventualmente ricontattato.

Per quanto riguarda i minori, la documentazione fotografica inviata dovrà essere corredata dell’autorizzazione dei genitori esercenti la patria potestà del minore all’utilizzo del materiale ai fini del casting.