Elezioni, i votanti sono 388mila: i candidati 171 per 18 seggi parlamentari

Si vota solo domenica: le urne saranno aperte dalle 7 alle 23

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – In occasione delle consultazioni elettorali di domenica 4 marzo, a Reggio Emilia verrà riproposto il Sistema di rilevazione e consultazione dei risultati tramite l’utilizzo della rete Internet. Il sistema prevede l’inserimento dei dati e la possibilità di consultazione in tempo reale sul sito www.comune.re.it/elezioni oppure collegandosi direttamente al sito elezioni.comune.re.it. Tale consultazione è limitata al comune di Reggio Emilia. I dati relativi ai comuni della provincia sono disponibili invece sul sito elezioni.provincia.re.it. Tre le rilevazioni sull’affluenza alle urne: domenica 4 marzo alle 12, 19 e 23.

I seggi saranno aperti domenica dalle 7 alle 23. Da quell’ora saranno disponibili in rete: la percentuale dei votanti alla chiusura dei seggi e successivamente i risultati definitivi. Considerata la possibilità di consultare permanentemente i risultati elettorali sulla rete Internet, il Comune non fornirà elenchi cartacei dei risultati a partiti politici, organi di informazione, associazioni o privati. Da quest’anno, sul sito del Comune, è presente la funzione di ricerca del seggio di votazione, a partire dal codice fiscale o dal numero di tessera elettorale del cittadino, per facilitare coloro che eventualmente avessero cambiato residenza. Spesa presunta per il Comune 407.616 euro.

Ben 171 candidati per 18 seggi: in 388mila al voto in provincia
Ben 171 candidati in lizza per 18 seggi parlamentari che saranno eletti nei collegi reggiani. Alle urne andranno oltre 388mila cittadini reggiani aventi diritto (di cui 198mila donne), 358mila dei quali potranno esprimere il proprio voto anche per il Senato, avendo compiuto i 25 anni di età (183mila donne). Quattro collegi uninominali, due per Camera e due per Senato, e due plurinominali, uno per Camera e uno per Senato, nei quali è suddiviso il territorio della nostra provincia. Per quanto riguarda la nostra provincia, 18 saranno i parlamentari eletti: 10 deputati (2 con l’uninominale e 8 con il plurinominale) e 8 senatori (2 con l’uninominale e 6 con il plurinominale). Nell’uninominale viene eletto il candidato che ottiene più voti, mentre nel plurinominale i seggi vengono assegnati alla lista o coalizione in proporzione ai voti ottenuti.

Elettori del Comune
Gli elettori del Comune che votano in Italia sono 119.317 (di cui 61.939 donne e 57.378 uomini). I votanti all’estero 4.157. Votanti temporanei all’estero: 76 (di cui 44 donne e 32 uomini). Votanti Senato 109.907 (di cui 57.320 donne e 52.587 uomini). Votanti solo Camera 9.410 (di cui 4.619 donne e 4.791 uomini). Votano per la prima volta 1.946 reggiani (di cui 933 donne e 1.013 uomini).

Gli elettori più giovani sono Omaima Sellami (4/4/2000), Helen Donadei (4/4/2000), Andrea Busatta (4/4/2000), Daniele Parisi (4/4/2000), Matteo Gallo (4/4/2000). Gli elettori più anziani sono Ida Mingardi che ha 117 anni (11/02/1911) ed Eva Panciroli (14/05/1911) che ha 117 anni pure lei ma è nata circa tre mesi dopo.

Le sezioni elettorali sono 160 ripartite in 53 sedi (la sezione n.1 è allestita presso il Liceo “Ariosto” in piazzetta Pignedoli 2). Seggi speciali: 8 (compresi 2 presso l’Arcispedale Santa Maria Nuova). Seggi volanti: 17. Seggi domiciliari: 1

Tessere elettorali
Si vota con la tessera (valida per 18 tornate elettorali) che è stata recapitata a tutti gli elettori. Solo coloro che votano per la prima volta riceveranno a casa la tessera elettorale. I cittadini che ne siano sprovvisti o l’abbiano perduta, possono ottenere un duplicato rivolgendosi all’Ufficio Elettorale di via Toschi 27 (ufficio n. 16) – tel. 0522 456072 / 456067: venerdì 2 e sabato 3 marzo dalle 8.15 alle 18 e domenica 4 marzo dalle 7 alle 23

Rilascio carte di identità
Gli elettori sprovvisti di carta di identità, o in possesso di quella scaduta, possono rivolgersi, per il rilascio o il rinnovo, agli sportelli dell’ufficio Anagrafe di via Toschi 27 nei seguenti giorni e orari: fino a sabato 3 marzo: dalle 8.15 alle 12.30; sabato mattina e martedì pomeriggio solo su appuntamento e domenica 4 marzo, dalle 7 alle 23

Servizio trasporto disabili ai seggi elettorali
Si effettuano servizi solo per persone disabili in carrozzina o che non possono salire su autovetture normali. L’accompagnamento della persona dall’abitazione al mezzo di trasporto e viceversa e all’interno del seggio, deve essere svolto da famigliari o da altri (volontari di partiti politici, ecc.). Gli elettori che necessitano di accompagnamento in cabina da parte di un familiare devono essere muniti di un certificato medico rilasciato dagli uffici del Servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl di Reggio Emilia.

Come fare
Si può prenotare il trasporto telefonando al call center allo 0522.927654 (TIL/Agenzia Mobilità Reggio Emilia). Le prenotazioni possono essere effettuate sino a venerdì 2 marzo dalle ore 8 alle 18 e sabato 3 marzo dalle 8 alle 15. All’utente è richiesto un numero telefonico per poterlo ricontattare. Gli orari di effettuazione del servizio vengono stabiliti dal call center – sulla base dei servizi già programmati e delle richieste ricevute. L’orario preciso di effettuazione del servizio sarà comunicato all’utente, nella giornata di sabato 3 marzo, successivamente all’elaborazione della programmazione.

Voto assistito-accompagnamento in cabina
Gli elettori che hanno gravi difficoltà fisiche nell’esprimere il voto possono chiedere di essere accompagnati all’interno della cabina da un altro elettore. Per evitare che per ogni elezione si debba produrre dei certificati medici, è possibile richiedere che sulla tessera elettorale venga messo un timbro che attesti l’handicap permanente.

Requisiti
Sono considerati elettori affetti da grave infermità i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da gravi impedimenti agli arti superiori che non consentono di esprimere autonomamente il voto.

Documentazione
Per votare con l’aiuto di un accompagnatore occorre: essere in possesso della tessera elettorale con l’annotazione specifica, oppure essere in possesso di una certificazione rilasciata dall’Ausl, anche in occasione di altre consultazioni, oppure, per i ciechi, essere in possesso di un libretto con annotati i codici 10/11/15/18/19/05/06/07 (i libretti più recenti non riportano più la dicitura relativa alla cecità).

Per richiedere che sulla tessera elettorale venga annotata in modo permanente la necessità di essere accompagnati, occorre rivolgersi all’Ufficio Elettorale e presentare: una richiesta su un modello predisposto dall’Ufficio Elettorale, la tessera elettorale dell’interessato, la documentazione sanitaria che attesta che l’elettore è impossibilitato a votare in modo autonomo.

Come procurarsi la documentazione sanitaria
L’interessato deve presentarsi:  fino al 3 marzo dalle 8.30 alle 12.30 presso il Servizio di Igiene pubblica – ex San Lazzaro Padiglione Ziccardi – tel. 0522/335700, domenica 4 marzo dalle ore 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 19 presso l’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova, entrando dall’ingresso principale, stanza a piano terra nel corridoio a sinistra, di fronte all’ufficio ritiro referti – tel. 0522/335700.

Nota bene
All’Ufficio Elettorale può recarsi una persona diversa dall’interessato, purchè munita di: delega in carta semplice; fotocopia di un documento di identità dell’interessato. Le persone impossibilitate a scrivere: o si presentano personalmente all’ufficio, che provvede a compilare il modello; oppure incaricano un familiare; in questo caso occorre che dalla documentazione medica risulti chiaramente la menomazione fisica. Per gli handicap solo mentali non è previsto l’accompagnamento, nemmeno da parte di un familiare.

Il Ministero degli Interni ha introdotto una importante novità: il certificato medico per l’accompagnamento è valido per più elezioni. Usufruire di questa opportunità è semplice: basterà recarsi una sola volta all’Ufficio Elettorale del Comune portando con sé il certificato e la tessera elettorale; su quest’ultima verrà apposto un timbro che renderà valida la certificazione medica per tutte le restanti chiamate alle urne previste dalla tessera elettorale stessa.

Voto a domicilio
Gli elettori affetti da gravissime infermità e gli elettori che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, che rendono impossibile l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano (anche con l’ausilio dei servizi di cui all’articolo 29 della legge 5 febbraio 1992, n. 104), sono ammessi al voto nelle loro dimore.

Modalità
Gli interessati devono compilare un modulo in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso la propria abitazione. La dichiarazione può essere presentata all’Ufficio Elettorale, spedita per posta o inviata via fax o mail a servizidemografici@municipio.re.it .

Documentazione
Alla domanda devono essere allegati: la fotocopia di un documento di riconoscimento; la fotocopia della tessera elettorale; il certificato rilasciato da un medico del Servizio di Igiene Pubblica e Medicina Legale dell’Ausl (non precedente al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione), che attesti l’esistenza delle condizioni di infermità, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, o condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Più informazioni su