Crisi, nasce organismo per ricomporre i debiti di chi non può fallire

L’Occ interprovinciale, costituito dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Piacenza, Parma, Reggio e Modena, sarà l’organismo deputato a gestire la crisi da sovraindebitamento dei soggetti non fallibili

REGGIO EMILIA – Un aiuto in più per chi è gravato dai debiti. Viene infatti formalmente riconosciuto dal Ministero della Giustizia con l’iscrizione all’apposito registro l’Organismo di Composizione della Crisi di Sovraindebitamento dei Commercialisti di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena. L’Occ interprovinciale, costituito dagli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti contabili delle quattro città emiliane, sarà quindi l’organismo deputato a gestire la crisi da sovraindebitamento dei soggetti non fallibili. Consumatori, debitori civili, piccole imprese, aziende agricole e professionisti iscritti agli albi che si trovano nella situazione di non poter più far fronte alle richieste dei creditori, si potranno rivolgere quindi all’Occ interprovinciale per presentare la propria istanza e gestire la situazione di indebitamento.

La procedura per la composizione della crisi da sovraindebitamento è stata introdotta dalla rivoluzionaria legge 3/2012 che permette, se vi sono le condizioni, di gestire situazioni debitorie prima impossibili da governare arrivando alla fine alla esdebitazione. Il debitore ha la possibilità di far sospendere qualsiasi azione esecutiva, da iniziarsi o già in corso, proponendo ai propri creditori un piano di pagamento/ristrutturazione di tutti i debiti, ossia, concretamente una proposta di pagamento dell’intero arretrato in qualsiasi forma, anche in misura falcidiata o mediante cessione di crediti futuri.

Sono 184 i professionisti che all’interno dell’Occ di Piacenza, Parma, Reggio Emilia e Modena hanno i requisiti per ricoprire il ruolo di gestore. Il referente per l’Organismo interprovinciale di Composizione della Crisi è il dott. Vittorio Zanichelli, già Presidente del Tribunale di Modena.

Il debitore può attivare la procedura di risoluzione del sovraindebitamento presentando all’Occ l’istanza per la nomina del professionista che gestirà la crisi e assisterà il debitore assumendo ogni iniziativa necessaria ed utile alla predisposizione e all’attuazione del piano di ristrutturazione dei debiti o del piano del consumatore.

Una volta nominato il professionista, il debitore dovrà predisporre e presentare il piano di composizione della crisi che poi, una volta effettuate le opportune verifiche, il gestore a sua volta sottoporrà, quando necessario, al parere dei creditori e quindi all’Autorità giudiziaria. Per informazioni e appuntamenti contattare la segreteria al n. 0522 271112 o via e-mail segreteria@odcec.re.it. La sede di Reggio Emilia dell’OCC è aperta tutti i giovedì dalle 14.30 – 16.00 solo previo appuntamento; presso la sede sarà disponibile un commercialista per l’assistenza alla compilazione e presentazione delle domande.