Castellarano, adescava minorenni: 60enne arrestato

Atti osceni, violenza provata e molestie: l’uomo condannato a 10 mesi di reclusione ora è ai domiciliari

CASTELLARANO (Reggio Emilia) – Un pensionato sessantenne residente nel comprensorio ceramico è finito in carcere dopo aver subito una condanna definitiva a 10 mesi di reclusione per atti osceni, violenza privata e molestie. A portare alla luce la vicenda, che aveva creato allarme tra le adolescenti del paese dove vive l’uomo, erano stati i carabinieri di Castellarano che avevano incominciato a concentrare le loro attenzioni sul 60enne nel marzo del 2011 quando si era reso responsabile del reato di atti osceni.

I militari avevano scoperto, nell’estate del 2011, che l’uomo molestava ragazzine minorenni che avvicinava in sella a una bici per poi fermarle per strada chiedendo di fare una foto con lui. Quando le minori cercavano di allontanarsi lui cercava di prenderle con forza per le braccia, arrivando perfino a sbarrare la strada alle ragazzine per impedire che queste si allontanassero. I carabinieri lo avevano denunciato per atti osceni, molestie e violenza privata aggravati dalla continuazione dei reati.

Denuncia che ha messo fine alle condotte pensionato che è stato processato e condannato nel gennaio del 2014 a 10 mesi di reclusione. Ora la sentenza è diventata esecutiva e ora l’uomo è stato messo ai domiciliari dato che è incensurato.