Bar chiuso “per spaccio” per venti giorni

Il questore ha sospeso la licenza al Caffetteria Movies di via Martiri di Cervarolo 11

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Il questore, da ieri, ha chiuso per venti giorni il bar “Caffetteria Movies” di via Martiri di Cervarolo 11, gestito da un’italiana e un kosovaro, che, secondo la questura, “veniva utilizzato come luogo abituale di spaccio”. Venerdì scorso gli agenti hanno arrestato uno dei due gestori, il kosovaro, Xhafer Berisha, 42 anni, per spaccio proprio di fronte al suo bar, “luogo tra l’altro indicato dallo stesso Berisha all’acquirente come punto di incontro per lo scambio”.

In seguito all’arresto, gli agenti della squadra mobile hanno perquisito il kosovaro e gli hanno trovato addosso dosi di cocaina, 1000 euro in contanti e un coltello a serramanico. All’interno del bar sono state trovate in un cassetto del bancone 12 cartucce calibro 36. Il kosovaro è stato arrestato per spaccio, detenzione abusiva di armi e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Scrive la questura: “Considerato che il bar, in base ad approfondite indagini effettuate, veniva e viene utilizzato come punto di incontro e luogo di appuntamenti per spacciare, il questore ha sospeso per venti giorni la licenza per la gestione dell’esercizio”.

Più informazioni su