Quantcast

Bando coop finanzia la tuta che previene gli infortuni

E' un'idea di quattro studenti dell'università di Modena e Reggio che si sono aggiudicati il finanziamento da 15.000 euro a fondo perduto del bando Coopstartup

REGGIO EMILIA – Una tuta “percettiva” per la prevenzione degli infortuni sul lavoro. E’ il progetto che, a Reggio Emilia, si e’ aggiudicato il finanziamento da 15.000 euro a fondo perduto del bando Coopstartup, lanciato nei mesi scorsi da Legacoop Emilia Ovest e Coopfond, per la nascita di nuove cooperative, costituite da soci in maggioranza under 40.

In particolare la “Smartwear”, cosi’ si chiama l’innovativo dispositivo, e’ progettata per cogliere e registrare i movimenti del lavoratore, al fine di prevenire comportamenti scorretti e lesivi dello stato di salute. Inoltre e’ suddivisa in moduli localizzati su punti sensibili del corpo (schiena, ginocchio, gomito, caviglia, spalla) indossabili separatamente a seconda del lavoro svolto. Gli ideatori, sono quattro giovani studenti dell’Universita’ di Modena e Reggio, dei dipartimenti di Ingegneria e di Economia, che stanno completando gli studi.

“La nostra idea propulsiva – spiegano – e’ ricollocare l’uomo al centro del nuovo contesto tecnologico determinato dall’Industria 4.0. Non crediamo in un prodotto che sostituisca l’uomo in azienda, ma in un lavoratore che grazie all’innovazione possa adempiere alla sua mansione in modo sicuro e consapevole”. Il bando lanciato dalle cooperative ha poi premiato altre due iniziative: “OltreFood” di Parma, un supermercato partecipativo in Oltretorrente e il progetto “Dalle stalle alle stelle” di Piacenza, una fattoria sociale con osservatorio astronomico.