Via Adua, tenta di sedurlo e lo rapina del finto Rolex

Denunciata una 25enne milanese che ha avvicinato l'uomo mentre era in auto e gli ha strappato l'orologio dal braccio

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un uomo è stato rapinato del suo orologio in via Adua da una 25enne milanese che si è avvicinata a lui, mentre era in macchina che telefonava, chiedendogli informazioni. La ragazza prima gli ha chiesto se in zona abitava un suo amico, poi l’indicazione della via d’uscita dal quartiere e, quando l’uomo ha sporto il braccio, non rendendosi subito conto trattarsi di un falso Rolex, lo ha tirato invitandolo ad allontarsi con lei per “divertirsi”.

Una proposta pretestuosa, dato che la 25enne ha sfilato con forza l’orologio all’uomo causandogli delle lesioni. Quindi la fuga con la donna, che sebbene inseguita dal derubato, dopo aver gettato a terra l’orologio, avendo capito che era un falso, è riuscita a fuggire salendo sull’auto condotta da un complice che, con il motore acceso, l’attendeva poco lontano. Sul posto sono arrivati i carabinieri di Santa Croce con la vittima che, dopo aver denunciato i fatti, è ricorsa alle cure mediche riportando una prognosi di tre giorni per le escoriazioni riportate nello strappo dell’orologio.

Gli accertamenti dei carabinieri di via Adua, supportati da preziose testimonianze, hanno permesso di risalire all’auto utilizzata per la fuga intestata a un 35enne risultato estraneo ai fatti. Tuttavia dalla banca dati è emerso che, qualche giorno prima, nell’hinterland milanese a bordo di quell’auto, era stata identificata una donna che era gravata da diversi precedenti per reati contro il patrimonio tra cui una decina di analoghi colpi commessi in varie province italiane.

I militari sono così risaliti a una 25enne residente a Milano. La giovane è stata riconosciuta, in una seduta di individuazione fotografica, dalla vittima ed è quindi stata denunciata per rapina.

Più informazioni su