Schiaffi, pugni, bastonate e morsi alla moglie: arrestato

Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali le accuse mosse a un 34enne. el recente passato la donna era stata già oggetto di inaudite violenze

REGGIO EMILIA – Schiaffi, pugni, bastonate e morsi alla moglie, un 34enne dell’Appennino reggiano è stato arrestato stanotte dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. Nel recente passato la donna era già stata già oggetto di violenze: cinghiate, spintoni con capitomboli dalla scale, calci e pugni e di offese quotidiane.

Questa volta la moglie ha avuto la colpa di chiedere al marito di abbassare la voce al telefono per consentire alla bambina di due anni di dormire. Per questo motivo è stata travolta dalla furia del marito che l’ha presa a calci e pugni, per poi utilizzare un pezzo di legno della porta della camera da letto, che aveva sfondato, per bastonarla alla schiena, sino ad arrivare ad addentarle l’avambraccio.

Tutto questo sotto gli occhi della bimba, disperata, in lacrime. Un episodio di inaudita violenza che pare non essere stato il primo dato che, tra ottobre e novembre scorsi, l’uomo aveva mandato due volte in ospedale donna: la prima ad ottobre quando la moglie, chiedendo di essere accompagnata dal medico per un forte mal di denti, era stata presa a schiaffi e pugni dal marito.

A novembre il 34enne aveva replicato la violenza prendendo a cinghiate la donna e gettandola giù per le scale solo perché non riusciva a mettersi in contatto con l’ex moglie. Per entrambi i gravi fatti di violenza domestica, compiuti sempre davanti alla bambina, la donna ha riportato 10 giorni di prognosi.