Quantcast

S. Ilario, albanese espulso per la sesta volta

Dopo cinque espulsioni e altrettanti rientri in Italia i carabinieri lo accompagnano di nuovo a Milano Malpensa dove lo imbarcano nel volo per Tirana

S. ILARIO (Reggio Emilia) – L’ultima volta era stato rimpatriato il 16 giugno dell’anno scorso quando, dopo il provvedimento di espulsione, era stato accompagnato alla frontiera aerea di Bologna e fatto salire sul volo diretto a Tirana. Un provvedimento, come già accaduto altre 4 volte, che non ha tuttavia impedito al 35enne albanese clandestino Emiljiano Fejzo di far rientro in Italia per delinquere.

Si è infatti reso responsabile di reati contro il patrimonio, in particolare furti e ricettazione, nonché di altri reati come resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. Anche questa volta non ha disdegnato la commissione di reati compiendo gratuiti danneggiamenti al bar Mary di S. Ilario ed offendendo senza alcun motivo il gestore. Per quest’ultimo episodio il pomeriggio dell’8 febbraio scorso, fermato dai carabinieri di Sant’Ilario, chiamati dal barista che la sera prima aveva dovuto subire i danni arrecati nel suo locale, il 35enne albanese è stato arrestato dato che ha fatto rientro in Italia nonostante il provvedimento di espulsione.

L’uomo è stato condannato a 8 mesi di reclusione con il nulla osta per una nuova espulsione, la sesta. Terminato il processo e dopo l’emissione del provvedimento di rimpatrio nel pomeriggio di ieri i carabinieri della stazione di Sant’Ilario hanno condotto l’albanese all’aeroporto di Milano Malpensa imbarcandolo sul volo areo delle 19,40 diretto a Tirana per la sesta espulsione dal territorio nazionale.