Pubblica amministrazione, rinnovo contratto per tremila reggiani

I pilastri del nuovo contratto consistono in un aumento di 85 euro medi e nel riconoscimento di specifiche competenze professionali per il personale scolastico e per i vigili urbani

REGGIO EMILIA – Sono circa 3.000 i lavoratori reggiani, dipendenti di Comuni e Unioni, Provincia, Camera di Commercio e Aziende di Servizi alla persona, interessati dal rinnovo del contratto nazionale che era fermo da quasi 8 anni e su cui si e’ raggiunta una pre intesa con i sindacati martedi’ notte. In dettaglio i pilastri del nuovo contratto consistono in un aumento di 85 euro medi e nel riconoscimento di specifiche competenze professionali per il personale scolastico e per i vigili urbani.

“Il nuovo contratto – aggiungono Paolo Consolini della Fp-Cgil, Fabio Bertoia della Cisl Fp e Mauro Chiarini della Uil Fpl – riporta al centro la contrattazione decentrata e dedica una sezione specifica per il personale della Polizia locale, riconoscendo una indennita’ di servizio esterno ed una di funzione”.

Inoltre, “una nuova sezione e’ stata riservata anche per il personale educativo scolastico”. Per finire, concludono i sindacalisti, “vengono implementati e migliorati alcuni articoli che nei precedenti rinnovi erano stati oggetto di discussione tra le parti e, in maniera sperimentale, le ferie potranno essere fruite ad ore”.