Post alluvione a Lentigione, la Lega: “Una parte è senza acqua potabile”

Il Carroccio solleva il problema del pozzi con un'interrogazione in Regione

BRESCELLO (Reggio Emilia) – Con un’interrogazione rivolta alla giunta regionale la Lega Nord chiede di risolvere i problemi relativi ai pozzi inquinati nella frazione di Lentigione, nel Comune reggiano di Brescello colpito poche settimane fa dall’alluvione, e di sollecitare l’attivazione di lavori straordinari e di controllo sugli argini del fiume Po.

L’atto ispettivo prende le mosse da quanto emerso a fine dicembre in un incontro a Reggio Emilia fra i rappresentanti di Regione, Provincia, Comune di Brescello e Aipo, dove e’ stato sollevato il tema della manutenzione degli argini, oltre al problema della mancanza di acqua potabile in una zona di Lentigione.

“Per l’emergenza post alluvione – si ricorda inoltre nel documento – la giunta regionale ha dichiarato uno stanziamento di due milioni” (fonte Dire).