Maltempo, treni locali ridotti del 50 per cento

Da mezzanotte scatta il livello di "emergenza grave" del piano neve

REGGIO EMILIA – Come per Trenitalia, in Emilia-Romagna il maltempo costringe anche Fer a dimezzare l’offerta commerciale dei treni sulla rete regionale. E’ questa, infatti, una delle azioni previste dal livello “emergenza grave” del Piano neve e gelo di Fer, che sara’ attivato dalla mezzanotte di oggi.

Decisione, spiega una nota congiunta di Fer e Tper, presa a seguito dell’allerta arancione per neve emessa dall’Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia-Romagna, valida per 24 ore a partire dalla mezzanotte di oggi. Fra le azioni previste dal Piano, dunque, c’e’ “la riprogrammazione dell’offerta commerciale dei treni sulla rete regionale – spiega la nota – che sara’ ridotta complessivamente di circa il 50% in relazione al livello di emergenza”.

La riprogrammazione interessera’ il servizio dei treni Tper sulle linee della rete di competenza Fer Bologna-Portomaggiore, Bologna-Vignola, Ferrara-Suzzara, Ferrara-Codigoro, Reggio Emilia-Guastalla, Reggio Emilia-Sassuolo, Reggio Emilia-Ciano d’Enza, Modena-Sassuolo e Parma-Suzzara. Fer e Tper “invitano i viaggiatori ad informarsi sull’effettuazione dei servizi prima di mettersi in viaggio”, utilizzando la pagina Facebook e il sito di Tper (che riporta il dettaglio dei treni confermati per la giornata di domani).

Trenitalia
In vista delle forti nevicate di domani e per evitare grossi disagi sulle linee, Trenitalia ha deciso di dimezzare in via preventiva i servizi regionali in Emilia-Romagna, “in relazione all’infrastruttura disponibile con questo livello di emergenza”. In particolare, saranno cancellati i treni a corto raggio fra Bologna e Marzabotto, Bologna e San Pietro in Casale, Bologna e San Benedetto Val di Sambro, Castelbolognese e Rimini, Faenza e Ravenna, Faenza e Lavezzola, Modena e Carpi e fra Ferrara e Venezia. Viene invece confermata la quasi totalita’ dei collegamenti Bologna-Verona, Bologna-Venezia, Parma-Milano, Modena-Mantova, Fidenza-Salsomaggiore, Castelbolognese-Ravenna e Ferrara-Ravenna.

Sulle restanti direttrici di traffico sono previste percentuali di servizio comprese fra il 40 e l’80%. In particolare sara’ regolare il 65% dei treni sulla linea Ancona-Bologna-Piacenza, il 75% dei collegamenti Bologna-Porretta Terme, il 60% di quelli fra Bologna e Prato e il 40% dei Bologna-Poggio Rusco. Per quanto riguarda l’Alta velocita’, invece, risulta confermato l’80% dei collegamenti. La decisione e’ stata presa a seguito dell’allerta arancione diffusa per domani dalla Protezione civile regionale, valida dalla mezzanotte di oggi. Rfi attivera’ il livello ‘emergenza grave’ del proprio Piano neve e tra le azioni previste, di cui sono gia’ al corrente anche Regione e Prefettura, c’e’ appunto anche la riprogrammazione dei servizi ferroviari regionali, con una riduzione complessiva del 50% del servizio. Sara’ comunque potenziato il presidio di assistenza e informazioni. Le Fs invitano i viaggiatori a informarsi sulla situazione del traffico ferroviario prima di mettersi in viaggio, anche attraverso i canali di informazione del gruppo.