Quantcast

Forza Italia: “Emilia-Romagna non più rossa, è la volta buona”

Parola di Anna Maria Bernini, parlamentare uscente di Forza Italia, ricandidata al Senato nel collegio "Ovest" di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Ferrara Ovest

REGGIO EMILIA – “Riteniamo che questa sia la volta giusta per giocarci l’elezione in Emilia-Romagna che non e’, come spesso viene descritta, una regione ‘rossa’”. Parola di Anna Maria Bernini, parlamentare uscente di Forza Italia, ricandidata al Senato nel collegio “Ovest” di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Ferrara Ovest. Proprio a Reggio, dove insieme al coordinatore provinciale di Fi Gianluca Nicolini (in corsa per la Camera) ha presentato la sua ricandidatura, Bernini spiega: “Qui ci sono quattro milioni e 400.000 abitanti e non tutti votano a sinistra.

Sono presenti delle sacche di voto di centro e centrodestra che noi intercettiamo e ai bisogni dei quali noi rispondiamo, che soprattutto adesso possono essere convinti dalla forza dei nostri gia’ fatto e dall’esempio che stiamo dando nelle regioni in cui governiamo come coalizione a votare per noi, o a ritornare al voto per chi magari un po’ deluso non lo ha fatto le volte precedenti”.

Ad accendere l’ottimismo anche le divisioni interne alla sinistra, perche’ “anche in una regione come questa, il Partito democratico sta vivendo una sorta di crisi di identita’ se pensiamo che a Bologna ha candidato un vetero-democristiano che ha sempre combattuto la sinistra ed e’ stato presidente della Camera in quota centrodestra come Pierferdinando Casini e a Modena la gia’ responsabile giovani di Forza Italia e attuale ministro Beatrice Lorenzin”. Insomma, dice Bernini, “di fronte ad un Partito democratico che ha perso i suoi valori ed e’ spaccato da una sinistra che chiede voti ad un’altra parte di elettorato, il centrodestra deve con la forza delle sue idee e dei suoi progetti vincere queste elezioni”.

A proposito di programmi la candidata specifica: “Abbassare le tasse, aumentare le pensioni, liberare il lavoro soprattutto per i giovani e garantire piu’ sicurezza nelle citta’. Queste sono le ricette di cui gli italiani hanno bisogno e l’impegno che ci assumiamo nei confronti di Reggio, dell’Emilia-Romagna e di tutti i cittadini”. Con una sottolineatura particolare per la cosiddetta flat tax, stigmatizzata venerdi’ scorso nella sua tappa elettorale reggiana dal ministro Andrea Orlando.

Il provvedimento, spiega Bernini, “portera’ ad una pacificazione fiscale, ma soprattutto fara’ ripartire la crescita perche’ sara’ piu’ conveniente pagare piuttosto che eludere o evadere, magari creando scatole cinesi in paradisi fiscali”. Sulla ripartizione dei collegi in provincia di Reggio, con i quattro uninominali assegnati tutti alla Lega, la parlamentare dice: “Consideriamo il riparto nazionale e regionale per la Camera equilibrato e coerente con la nostra forza di coalizione.

Siamo sempre stati legati da una comunione di programmi e intenti pur nella diversita’ dei nostri elettorati sia con Lega che con Fratelli d’Italia, Ma e’ Forza Italia il vero partito che traina la coalizione”. I 5 stelle? “Si vantano della loro incompetenza.
Sarebbe come dire di fidarsi a salire su una macchina con uno che non la sa portare”. Per quanto riguarda i nomi in lista, Nicolini, aggiunge: “Reggio e’ un territorio molto difficile dove sono accadute delle cose che andranno chiarite. Noi abbiamo voluto candidare esponenti del territorio, premiando chi ha tenuto la barra dritta in tempi difficili”. Forza Italia, chiude il coordinatore reggiano, “non e’ un partito aziendalista nato ad una cena, ma una forza del fare e moderata senza la quale il centro destra non esiste”.