Correggio, letti troppo grandi all’ospedale: non passano dalle porte

Sedici su 32 nel reparto di riabilitazione estensiva: è una questione di tre centimetri. Si dovranno spendere 25mila euro per allargarle. Sassi (M5S): "Situazione fantozziana"

Più informazioni su

CORREGGIO (Reggio Emilia) – L’ospedale San Sebastiano è stato appena ristrutturato, ma c’è un piccolo problema a cui nessuno, evidentemente, ha pensato: i letti non passano dalle porte. Ora l’unica soluzione è allargarle. La notizia, data dal Resto del Carlino, sta suscitando molto clamore dato che la struttura era stata inaugurata appena un anno fa.

Si tratta di 16 dei 32 letti previsti nella nuova riabilitazione estensiva dell’ospedale correggese proprio non entrano nelle stanze. Una questione di tre centimetri, secondo quanto ha dichiarato oggi il direttore generale dell’Ausl al Carlino, ma sufficiente a creare grossi problemi nell’accesso alle stanze. Ora le porte saranno allargate di mezzo metro tanto per stare sul sicuro.

Il costo complessivo sarà di 25mila euro sui 44 milioni spesi per il rifacimento dell’intero ospedale, sei e mezzo dei quali per la parte appena ristrutturata. Gianluca Sassi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, chiede che a pagare siano i responsabili dell’errore e non la collettività: “La vicenda dei letti troppo grandi per passare attraverso le porte dell’ospedale San Sebastiano, se non fosse di una gravità inaudita, sarebbe oltremodo ridicola. Per questo chiediamo che la Regione prenda provvedimenti urgenti nei confronti di chi ha contribuito a innescare questa situazione a dir poco fantozziana, primi tra tutti i vertici dell’Ausl e i dirigenti i cui premi andranno valutati anche alla luce di quanto sta accedendo in questa struttura sanitaria. I problemi della struttura non sono soli questi, come dimostrano i tempi della realizzazione dell’intervento”.

 

Più informazioni su