Assiste ad accoltellamento, ma erano allucinazioni

Un 25enne di Campagnola è stato denunciato dai carabinieri per procurato allarme

CAMPAGNOLA (Reggio Emilia) – In preda ai fumi di alcol e droga si e’ immaginato di aver assistito ad un accoltellamento, in realta’ avvenuto solo nella sua mente. Per questo e’ stato denunciato ai carabinieri, che lui stesso aveva chiamato, per procurato allarme. Protagonista della vicenda un 25enne disoccupato reggiano di Campagnola che la scorsa notte ha riferito al 112: “Un extracomunitario ha aggredito una ragazza che e’ stato accoltellato”.

I carabinieri, giunti sul posto con i sanitari inviati dal 118, hanno poi verificato l’assenza di ogni traccia del presunto episodio riscontrando, per contro, come il giovane fosse particolarmente “euforico”. A causa – come poi il 25enne ha ammesso – dell’uso smodato d bevande alcoliche unito all’assunzione di droga. Oltre ad essere denunciato, il giovane disoccupato e’ stato anche segnalato come assuntore di stupefacenti.