Albanese recordman di rimpatri, è la sesta volta che viene espulso

Albanese 35enne in manette dopo aver danneggiato un bar di S. Ilario e ingiuriato un esercente. Era già stato rimandato a casa cinque volte

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Sembra semplice parlare rimpatri ma, a parte i costi del provvedimento, il rischio è che i clandestini, una volta portati nel loro paese d’origine, possano tornare in Italia. E’ il caso del 35enne albanese Emiljiano Fejzo espulso per ben cinque volte e sempre rientrato nel nostro Paese.

L’ultima volta era stato rimpatriato il 16 giugno dell’anno scorso quando, dopo il provvedimento di espulsione, era stato accompagnato alla frontiera aerea di Bologna e fatto salire sul volo diretto a Tirana. Un provvedimento, come già accaduto altre 4 volte, che non ha impedito al 35enne di far rientro in Italia per delinquere.

L’immigrato si è infatti reso responsabile di reati contro il patrimonio, in particolare furti e ricettazione, nonché di altri reati come resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente. L’ultimo reato, gratuiti danneggiamenti al bar Mary di S. Ilario, avvenuti ieri pomeriggio in piazza della Repubblica, offendendo senza alcun motivo il gestore, gli è costato l’arresto.

Ieri pomeriggio, fermato dai carabinieri di Sant’Ilario chiamati dal barista che la sera prima aveva dovuto subire i danni arrecati nel suo locale, il 35enne albanese è stato arrestato, perché aveva fatto rientro in Italia nonostante il provvedimento di espulsione. Questa mattina comparirà davanti al tribunale di Reggio Emilia ed al termine del processo sarà nuovamente espulso, per la sesta volta, con accompagnamento immediato alla frontiera. Si spera che sia l’ultima.