Muore a soli 28 anni mentre torna a casa dall’Italghisa

La vittima è un giovane uzbeko di 28 anni, Albert Begjanov, investito da un'Alfa Giulia in via Fratelli Manfredi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Un giovane uzbeko di 28 anni, Albert Begjanov, è morto mentre attraversava la strada nella notte fra sabato e domenica, verso le 3,45, mentre tornava a casa a piedi dopo una serata passata alla discoteca Italghisa. Il giovane era senza auto e stava rincasando a piedi nel suo appartamento di via Lodovico Grossi 5, zona Orologio, dove vive con la mamma e il fratello maggiore.

Mentre camminava in via Fratelli Manfredi, diretto verso il centro città, è stato investito da un’Alfa Giulia, guidata da un 33enne di Reggio. Il giovane è morto pochi istanti dopo il terribile impatto. Sul posto sono arrivati i soccorritori inviati dal 118, con un’ambulanza e un’automedica che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 28enne.

Sul luogo dell’incidente anche la polizia municipale di Reggio che ora sta cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente mortale. L’Alfa Giulia era diretta verso Sesso mentre il giovane stava camminando in senso opposto. Il corpo del giovane è stato portao al cimitero di Coviolo. La salma è ora sotto procura in attesa di sapere la decisione del sostituto procuratore sull’eventuale apertura di un fascicolo di indagine.

Più informazioni su