Quantcast

La polizia arresta due georgiani e due marocchini

Per furti consumati anche a Reggio e per spaccio di stupefacenti

REGGIO EMILIA – Due georgiani e due marocchini sono stati arrestati ieri dalla polizia nel corso di controlli del territorio. Sempre in quell’ambito è stato espulso un altro marocchino di 42 anni non in regola con le norme sul permesso di soggiorno.

Gli uomini della squadra mobile, coadiuvati dal reparto prevenzione crimine ieri mattina hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Verona per un furto consumato a Verona il 17 ottobre scorso da due georgiani, E.G. e K.G., entrambi 39enni. I due sono stati rintracciati grazie ad un prezioso contributo fornito dall’ufficio immigrazione che, nell’ambito dei suoi quotidiani controlli, ha scoperto a carico di K.G. l’esistenza di un alias con cui risultava destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Il fiuto investigativo degli agenti ha permesso poi di associare K.G. ad E.G., in quanto dediti ai furti anche nel territorio reggiano. I due, a Verona come a Reggio Emilia, avevano commesso dei furti soprattutto all’interno di esercizi commerciali per i quali sono state emesse delle ordinanze di custodia cautelare in carcere.

Nell’ambito degli stessi controlli straordinari è stato arrestato anche un marocchino di 33 anni, S.S., che si è reso responsabile di diversi reati in materia di stupefacenti. Infine, nella stessa mattinata e nell’ambito dello stesso servizio, è stato rintracciato un marocchino di 42 anni non in regola con le norme di soggiorno che ora sarà espulso.

Stanotte invece la polizia, durante uno dei frequenti posti di controllo, ha fermato in via Fratelli Cervi un marocchino di 34 anni destinatario di un provvedimento di ordinanza di custodia cautelare in carcere a seguito di aggravamento di misura cautelare personale, emesso dal Gip di Reggio. In particolare, il marocchino aveva commesso una rapina nel 2015 ed era agli arresti domiciliari. Tuttavia, durante l’espiazione di tale misura, si era allontanato dal suo domicilio ed era evaso.