Quantcast

Elezioni, Gandolfi rischia di non essere ricandidato

Il deputato uscente Pd sarebbe vittima dello scontro durissimo fra Orlandiani e Renziani

REGGIO EMILIA – Il deputato uscente del Pd, Paolo Gandolfi, rischia di non essere ricandidato. La notizia circola sulla pagina Facebook del parlamentare in cui gli ambientalisti si lamentano per la scelta di lasciarlo fuori dalla lista. Gandolfi rischia di fare le spese del durissimo scontro in atto fra Orlandiani e Renziani che si sta consumando in queste ore a Roma.

E’ in atto infatti un braccio di ferro durissimo tra il segretario Matteo Renzi e il Guardasigilli sulla spartizione dei seggi tra le correnti. A Reggio, fino a ieri, dovevano rientrare nei cinque posti il ministro alle Infrastrutture Graziano Delrio, che dovrebbe correre in città, il sottosegretario regionale Andrea Rossi (renziani), poi i tre deputati uscenti Vanna Iori (renziana), Antonella Incerti e Paolo Gandolfi (orlandiani).

Ora sembra che Gandolfi (ma alcuni dicono anche la Incerti) possa essere a rischio. A Roma la trattativa fra Orlandiani e Renziani è in corso: la proposta della segreteria – una quindicina di seggi sicuri per l’area Orlando e sei o sette per quella di Emiliano – è giudicata “insufficiente” dalla minoranza. I tentativi di mediazione messi in campo questa mattina non sono ancora andati a buon fine ed è ancora in corso “un confronto molto duro” tra le parti.

In particolare, viene spiegato da chi ha preso parte alla riunione dell’area Orlando che si è tenuta alla Camera, è ritenuta “inaccettabile” l’ingerenza sui nomi che ci sarebbe stata dallo stato maggiore renziano, con veti che sono stati smentiti dal coordinatore dem Lorenzo Guerini. Gli orlandiani si sarebbero detti anche pronti allo strappo.