Vimi Fasteners: 2017 da record e nel 2018 sbarco in Borsa

L'azienda di proprietà di Aimone e Fabio Storchi chiude l'anno con un fatturato di 42 milioni

Più informazioni su

NOVELLARA (Reggio Emilia) – Vimi Fasteners chiude il 2017 con un fatturato di 42 milioni di euro e l’assunzione di 50 nuovi addetti che porta a circa 250 il numero dei collaboratori in tutto il mondo. La buona performance dell’azienda reggiana, di proprietà di Aimone e Fabio Storchi, – leader mondiale nella progettazione e produzione di organi meccanici di fissaggio per i settori automotive, industriale e aerospaziale – è il risultato di un importante aumento dei mercati di riferimento con ordinativi in crescita di oltre il 30%.

Il nuovo piano strategico, presentato lo scorso settembre in occasione del cinquantesimo anniversario della fondazione, prevede l’ulteriore sviluppo del processo di internazionalizzazione che l’azienda, con sedi in Europa, Stati Uniti e Sud Est Asiatico, è pronta a sostenere con significativi investimenti in prodotto, processi produttivi e struttura organizzativa. Il processo di espansione prevede nel 2018 anche la costruzione di un nuovo e moderno stabilimento, adiacente all’headquarter di via Labriola, a Novellara, a conferma del radicamento della famiglia Storchi in territorio reggiano.

“Il nostro obiettivo è di raggiungere nei prossimi anni il traguardo di 100 milioni di euro di fatturato, dimensione ottimale che permetterà all’azienda di operare e competere con maggior successo sul mercato globale” ha dichiarato il direttore generale Marco Sargenti.

“Per raggiungere questo obiettivo, l’azienda sta perfezionando operazioni di finanza straordinaria, tra cui il percorso di quotazione in Borsa Italiana che nel 2018 – ha annunciato l’amministratore delegato Fabio Storchi – ci permetterà di sbarcare sul mercato AIM, dedicato alle piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita”.

Un mercato pensato per le PMI più dinamiche e competitive che consentirà all’azienda reggiana, situata nel cuore della Motor Valley, di mettere a valore l’importante know how ingegneristico e le competenze distintive che la rendono unica come specialista nella produzione dei sistemi di fissaggio.

“Il nuovo anno per Vimi si apre con prospettive di crescita importanti che la proprietà e il management hanno condiviso con le maestranze e i sindacati – ha sottolineato il presidente Aimone Storchi – con cui è stato sottoscritto uno specifico accordo per far fronte al significativo aumento di lavoro”.

Più informazioni su