Lentigione, l’area allagata si è dimezzata

Nella frazione è tornata la corrente elettrica. Differito di sei mesi il pagamento delle imposte. A giorni la popolazione potrà rientrare nelle proprie abitazioni

Più informazioni su

BRESCELLO (Reggio Emilia) – L’estensione dell’area allagata a Lentigione si è dimezzata rispetto al giorno dell’alluvione. Secondo i vigili del fuoco si è passati da 600 a 300 ettari. I tecnici del Consorzio di bonifica dell’Emilia Centrale stanno operando, supportati dai volontari della protezione civile, per favorire il deflusso. Secondo i tecnici entro martedì tutte le aree saranno liberate.

Guarda l’area ancora allagata

L’altra buona notizia è che a Lentigione è tornata la corrente elettrica. Il prefetto Maria Grazia Forte ha autorizzato il ripristino dell’erogazione per le zone libere dall’acqua. I cittadini hanno così potuto rialzare i contatori, alla presenza di tecnici comunali. I commissionari di Brescello, invece, hanno chiesto alla Regione il differimento del pagamento delle imposte per sei mesi, che verrà decretato dalle autorità centrali nei prossimi giorni. Un’agevolazione della quale potranno beneficiare soltanto i residenti della frazione e delle altre aree limitrofe in cui si è verificata l’esondazione.

E si apprende che fra pochi giorni si potrà fare ritorno nelle proprie abitazioni. A garantirlo è il prefetto di Reggio Emilia Maria Grazia Forte. Il prefetto interviene anche sulle polemiche di questi giorni e dice: “Si è trattato di un evento di grande imprevedibilità. Eravamo riuniti in prefettura dalle 23 di lunedì e quindi giudicate voi se non abbiamo prestato attenzione…”.

Infine Emil Banca annuncia sei mesi di moratoria totale su tutti i mutui in essere dei clienti e dei soci Emil Banca residenti nella frazione di Lentigione colpiti dall’alluvione del 12 dicembre e un plafond di 10 milioni di euro per nuovi finanziamenti, a tassi praticamente azzerati, per privati ed aziende che hanno subito danni.

 

Più informazioni su