Quantcast

Lentigione, argine sicuro: i cittadini possono rientrare nelle loro case

La decisione è stata presa perché i lavori di ripristino stanno procedendo nei tempi stabiliti

REGGIO EMILIA – La prefettura, come già anticipato stamattina al nostro giornale dal responsabile della protezione civile Volmer Bonini, ha deciso di consentire il rientro nelle abitazioni della popolazione e nelle aziende di Lentigione, già da stasera, fatta eccezione per alcuni casolari isolati nella zona Nord, vicini al taglio tecnico dell’argine del Canalazzo a Ponte Alto del Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale.

Andrà verificata prima la funzionalità degli impianti elettrici, in corso di effettuazione con il supporto degli impiantisti dello staff appositamente costituito presso il Comune. E’ la decisione presa, dopo la riunione odierna, dal centro Coordinamento Soccorsi insediato dal Prefetto al fine di fronteggiare l’emergenza idraulica determinatasi a Lentigione di Brescello.

La decisione è stata presa perché i lavori di ripristino dell’argine maestro sulla sponda destra del fiume stanno procedendo nei tempi stabiliti e perché lo stato attuale del manufatto garantisce adeguati margini di sicurezza. La commissione Straordinaria del Comune di Brescello adotterà apposita ordinanza con decorrenza dalle 20 di oggi.

Aipo ha confermato che i lavori sulle arginature avranno termine domani. Proseguono i servizi delle Forze di Polizia in funzione di antisciacallaggio, viabilità e presidio, anche per evitare intralci al movimento dei mezzi interessati dai lavori AIPO sull’argine.