Guidetti all’Ariosto e gli Oblivion al Valli

Doppia proposta di fine anno della Fondazione I Teatri

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Doppia proposta di fine anno della Fondazione I Teatri, che per la sera di San Silvestro propone Antonio Guidetti e l’Artemisia Teater al Teatro Ariosto e gli Oblivion al Teatro Municipale Valli (inizio ore 21.00).

“Scherset o dit daboun”
“Scherset o dit daboun” è il titolo dei due atti comici del popolare attore dialettale: stavolta la storia è quella di Angiolino, che ce l’ha con il mondo intero ma soprattutto con la nostra classe politica. Angiolino, vecchio partigiano e sostenitore del vivere felice in un paese dove lo sono anche gli altri, è arrabbiato con tutti, destra, centro, sinistra, sopra e sotto. Solo Olga la moglie, riesce a sopportarlo, sebbene anche lei ormai arrivata al limite. La vicina di casa Cesira e complice di pettegolezzi di Olga è l’unica persona con cui la moglie di Angiolino riesce a sfogarsi e scaricare così lo stress provocato dal marito. Poi c’è Renoppia, sorella molto stravagante di Olga tornata dall’America con una grossa sorpresa e infine lui, colui che sconvolgerà la già compromessa situazione famigliare di casa Cionfoli: Aristarco Trepalle Coccodimamma…Biglietti da 20 a 25 euro.

The Human Juke Box
Al teatro Valli va in scena The Human Juke Box con gli Oblivion. Cinque contro tutti. Un articolato mangianastri umano che mastica tutta la musica mai scritta e la digerisce in diretta in modi mai sentiti prima. Alla perversa creatività dei cinque cialtroni più irriverenti del teatro e della Rete si aggiunge, questa volta, quella del loro pubblico che contribuirà a creare il menù della serata suggerendo gli ingredienti della pozione.

Gli Oblivion hanno in repertorio tutto, l’intero pantheon dei grandi della musica italiana e internazionale e sono pronti ad affrontare sfide sempre più difficili a colpi di parodie, mash-up, duetti impossibili, canzoni strampalate. Un flusso di note e ritmi infinito che prenderà vita davanti agli occhi attoniti degli spettatori, ogni sera, per una esperienza folle e mai ripetibile. Dai Ricchi e Poveri ai Rapper, da Ligabue ai Cori Gospel, da Morandi ai Queen, tutte le canzoni senza farne nessuna. Uno schiacciasassi che trangugia e livella Sanremo, X Factor, Albano e Il Volo. Biglietti: da 20 a 35 euro.

Più informazioni su