Duplice omicidio, è stabile Antonella Barbieri

Suo marito, l'ex giocatore di rugby Andrea Benatti, è stato convocato in Procura a Mantova, probabilmente per essere ascoltato come persona informata dei fatti

REGGIO EMILIA – “Sono stazionarie” le condizioni di salute della 39enne Antonella Barbieri che giovedì scorso ha soffocato la figlia di 2 anni con un cuscino nella sua casa di Suzzara e ha ucciso con una coltellata al cuore il figlio di 5 anni a Fogarino di Luzzara, dove ha tentato il suicidio conficcandosi la lama nel torace.

La donna, che si trova ricoverata al Santa Maria Nuova, sta rifiutando le cure. Ha un polmone lesionato dalla lama, ma solo se le sue condizioni si aggraveranno i medici saranno tenuti ad intervenire.

La dinamica dei fatti non lascia dubbi su quello che è accaduto quel giorno, tuttavia proseguono le indagini delle Procure di Mantova e di Reggio Emilia, per ricostruire anche i motivi che avrebbero scatenato il gesto della donna, i cui problemi psicologici erano noti. Suo marito, l’ex giocatore di rugby Andrea Benatti, è stato convocato in Procura a Mantova, probabilmente per essere ascoltato come persona informata dei fatti.

Antonella Barbieri è in stato di arresto, per duplice infanticidio, in ospedale a Reggio piantonata dalla polizia penitenziaria: nell’atrio della terapia semintensiva dove si trova ricoverata si affacciano di tanto in tanto alcuni parenti per informarsi sulle sue condizioni di salute, ma lei non può incontrare nessuno.