Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Bonaccini: “Non ci sarà fuggi fuggi dalla mia giunta”

Tra i papabili per un posto in lista c'e' senz'altro il sottosegretario alla presidenza della Regione Andrea Rossi. Il governatore: "Dispiace rottura a sinistra, ora è complicato tornare al governo"

REGGIO EMILIA – Il fuggi fuggi dalla sua giunta per un posto in Parlamento non ci sara’. Ne e’ certo il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, alla luce dei rumors sulle possibili candidature di suoi assessori. “Credo che questa giunta rimarra’ pressoche’ completa fino alla fine del mandato. Che si parli di candidature di miei assessori mi gratifica perche’ conferma la bonta’ delle mie scelte. Ma mi sentirei di escludere un fuggi fuggi. Rimarremo piu’ o meno quelli che siamo”, ha assicurato oggi Bonaccini durante la conferenza stampa di fine anno.

Tra i papabili per un posto in lista c’e’ senz’altro il sottosegretario alla presidenza della Regione Andrea Rossi, che oggi si divide tra Bologna e Roma (dove e’ responsabile organizzativo del Pd nazionale). Ma si e’ fatto anche il nome, tra gli altri, della vicepresidente in carica Elisabetta Gualmini. Durante l’incontro con la stampa Bonaccini ha anche espresso rammarico per il divorzio tra Pd e sinistra, che rendera’ molto complicato la conferma di un governo dem dal 4 marzo in poi.

“Ho lavorato molto bene coi Governi Renzi e Gentiloni, e’ chiaro che mi auguro un governo a guida democratica – dice Bonaccini – ma vedo complicato che si possa governare con lo schema attuale. Dispiace la spaccatura del centrosinistra, e’ evidente che una competizione dentro il centrosinistra rischia di favorire forze alternative”.