Quantcast

Incendio alla Eighteen Sound di Mancasale: gravi danni

Ai primi di ottobre il gruppo Landi Renzo aveva annunciato la vendita della azienda alla "B&C" per 7,4 milioni di euro

REGGIO EMILIA – Incendio alla Eighteen Sound di via Botticelli a Mancasale, gravi i danni. Il rogo è scoppiato ieri sera attorno alle ore 20 e i vigili del fuoco, intervenuti con numerose squadre, hanno dovuto lavorare fino a mezzanotte per riuscire ad aver ragione delle fiamme.

Il rogo, le cui cause sono al vaglio dei tecnici di via della Canalina, ha interessato una superficie di circa 100 metri quadrati dello stabilimento, che ha sede in piena zona industriale; sarebbero andati a fuoco i laboratori. I danni sono ingenti. Si spera che l’incendio non abbia ripercussioni importanti (porrebbero essere andati persi progetti, prototipi, potenziali brevetti…) in una fase delicata della storia dell’azienda. La Eighteen Sound, capitanata da Pierpaolo Marziali, è un’azienda dinamica, specializzata in altoparlanti e “macchinari per la produzione del suono”. Ai primi di ottobre era stato annunciato un passaggio di mano dal gruppo Landi Renzo alla “B&C Speakers” spa ,nell’ambito della crisi e del riassetto del colosso di Corte Tegge. E il closing è previsto entro il 30 novembre: non è noto se l’operazione si sia conclusa o sia ancora in mezzo “al guado”.

La “B&C Speakers” spa (società anch’essa specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di casse e autoparlanti) aveva annunciato di aver sottoscritto un accordo vincolante per acquisire il 100% del capitale sociale della Eighteen Sound dal Gruppo Landi Renzo, attraverso la sua controllata Aeb spa.

L’operazione,  si leggeva in un comunicato diramato il 2 ottobre scorso, “inserisce nell’ambito di quanto previsto nel piano industriale 2018-2022 del gruppo di Cavriago, che intende dismettere le attività ritenute non più strategiche” e l’accordo prevedeva un corrispettivo di 7,4 milioni di euro. Dopo l’annuncio, il titolo “Landi Renzo” aveva avuto una forte flessione specchio delle prese di profitto degli investitori: la mossa di Landi per ridurre l’indebitamento era stata apprezzata. E la Eighteen entrava nell’orbita di una società, la “B&C”, che ha già una rete commerciale molto articolata.