Quantcast

Un pezzo di Reggio nella Las Vegas del cibo bolognese

La trattoria di Cognento sarà fra i 16 ristoranti che fanno parte di Fico, la Fabbrica italiana contadina che aprirà il 15 novembre alle fiere di Bologna fortemente voluta da Farinetti

REGGIO EMILIA – Anche Reggio Emilia sarà presente a Fico, la nuova Las Vegas del cibo che sorgerà su una immensa area di ben 80.000 metri quadri a partire dal prossimo 15 novembre nella zone Fiere di Bologna. Saranno ben 16 i ristoranti ospitati dala nuova Fabbrica Italiana Contadina bolognese (foto), che porterà il marchio inconfondibile di uno dei suoi promotori, Oscar Farinetti. Tra questi, in mezzo a punti ristoro griffati da nomi come lo chef Enrico Bartolini e i fratelli Raschi di Rimini, ci sarà anche quello della Trattoria di Cognento.

Sì, proprio la trattoria della famiglia Becchi specializzata in grandi numeri e in tigelle e gnocco fritto, che, partendo da Campagnola, negli ultimi anni si è allargata aprendo altre due trattorie anche a Reggio Emilia in via Gramsci e a Carpi, e ora tenta il grande salto nella mega-cattedrale del cibo voluta da Oscar Farinetti e Andrea Segrè. Un compito impegnativo, dunque, quello della Trattoria di Cognento, essere ambasciatrice della cucina reggiana in quella che somiglierà molto a una Expo permanente del cibo. Sono attesi 6 milioni di visitatori all’anno.

A Fico insieme alla Trattoria di Cognento – che non a caso, stando almeno a quanto riportato da Eatalyworld.it, si presenterà come Acetaia-Trattoria, ci sarà anche l’Aceto Balsamico Tradizionale, sia quello di Reggio Emilia che quello di Modena. Vengono quindi confermati i rumors che per altro erano stati anticipati già alcuni mesi fa da Andrea Bezzecchi, presidente del Consorzio dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Reggio Emilia.

Tra i 16 ristoranti anche “Bell’Italia” della catena di ristorazione collettiva Camst, gruppo cooperativo bolognese da 13 mila dipendenti e 700 milioni di euro di fatturato. Ci sarà anche una birreria con un’altra firma importante, Baladin, che si proclama orgogliosamente ‘da sempre sinonimo di birra artigianale italiana’. Ci saranno anche spazi degustazione del Parmigiano-Reggiano e del Grana Padano.
Le nuove anticipazioni su Fico sono state diffuse poche ore fa dal sito specializzato “Dissapore”.

Nella nuova Disneyland del food targata Bologna saranno presenti anche un Eataly di 2.500 metri quadrati, 40 fabbriche per produrre e lavorare gli alimenti, un teatro e cinema, campi da beach volley e calcetto, 6 “giostre” didattiche dotate di schermo, un centro congressi, aree per bambini e altro ancora. A disposizione dei visitatori, per spostarsi negli enormi spazi, anche 500 biciclette col cestello.