Traffico telefonico e iPad gratis con falsi contratti: denunciato

Truffa e sostituzione di persona le accuse mosse un 53enne barese dai carabinieri della stazione locale

SAN POLO (Reggio Emilia) – Un 53enne barese è stato denunciato per concorso in truffa aggravata e sostituzione di persona per aver stipulato contratti telefonici addebitandone i costi a un imprenditore reggiano attraverso la sottoscrizione con firma falsa dei relativi contratti.

Un escamotage architettato per ottenere dal gestore di telefonia mobile forniture di servizi telefonici e oggetti tecnologici quali iPad che poi, probabilmente, venivano anche rivenduti ad altre persone. A scoprire il raggiro i carabinieri della stazione di San Polo.

Le indagini sono partite lo scorso mese di agosto quando un imprenditore reggiano, finito nella rete del truffatore, si è rivolto ai carabinieri di San Polo dopo aver accertato, dall’esame dell’estratto conto aziendale, l’anomalo addebito per costi relativi a servizi telefonici e oggetti tecnologici da parte di una società di telefonia mobile, che non aveva sottoscritto.

Le indagini dei militari della stazione di San Polo hanno in effetti confermato l’estraneità dell’imprenditore reggiano: i contratti in effetti sono risultati essere stati attivati dall’odierno indagato sostituitosi alla vittima forte del fatto che possedeva i dati sensibili dello stesso in ragione di un pregresso rapporto di lavoro. L’unico dato che aveva modificato era l’indirizzo di spedizione coincidente con la sua residenza.