Santa Maria Nuova, paziente aggredisce addetta alle pulizie

Nel Centro igiene mentale. La protesta della Cgil: "E' l'ennesimo episodio, servono risposte su sicurezza e vigilanza"

REGGIO EMILIA – Un nuovo episodio di violenza sulle donne è accaduto lo scorso 16 ottobre all’ospedale Santa Maria Nuova. L’episodio – denunciato dalla Filcams Cgil di Reggio Emilia – riguarda una socia lavoratrice di Coopservice pulizie che svolgeva il proprio turno di lavoro nel reparto del Centro igiene mentale. Qui l’Azienda Santa Maria Nuova ha un appalto diretto per la gestione del servizio di pulizie.

“Ogni giorno il personale dipendente affronta situazioni al limite della tolleranza – spiega la Filcams – Lunedì scorso la lavoratrice è stata più volte aggredita da un paziente nel reparto CIM e si trova ora in infortunio. Si tratta dell’ennesimo episodio di violenza nel giro di qualche mese, infatti non è il primo caso che registriamo. Non è tollerabile svolgere la propria prestazione lavorativa in questo clima – continua la Filcams – . Inoltre il personale addetto alle pulizie al ASMN è prettamente femminile e in questi mesi oltre alle tensioni prodotte dai carichi di lavoro eccessivi e ai controlli diretti del Committente sul personale si aggiunge ora il tema della sicurezza”.

“E’ una situazione che desta preoccupazione – conclude il sindacato – per questo oltre ad augurare alla lavoratrice una pronta guarigione chiediamo risposte immediate sul piano dell’organizzazione della sicurezza e vigilanza in alcune fasce di reparti individuate come ‘pericolose’.”