Landi Renzo, sciopero e presidio dei lavoratori davanti a Unindustria

Domani mattina per protestare contro i 79 esuberi a seguito dell’incorporazione dell’azienda AEB in Landi

REGGIO EMILIA – Domani in mattinata i lavoratori di Landi Renzo e Aeb saranno in sciopero con presidio davanti alla sede di Confindustria Reggio Emilia, in via Toschi, in occasione del nuovo incontro tra le organizzazioni sindacali e le aziende. La mobilitazione e’ indetta da Fiom Cgil Fim Cisl e Uilm Uil a sostegno della trattiva in corso sugli esuberi dichiarati dal gruppo il 20 settembre scorso. A rischio ci sono 200 posti di lavoro, su 800 complessivi, di cui 79 reggiani.

I lavoratori hanno gia’ dato vita ad una manifestazione il 21 settembre, con un corteo che ha percorso le vie del capoluogo e il 29 settembre con un sit-in e un’assemblea sindacale davanti ai cancelli della sede centrale. Il 2 ottobre, infine, si e’ svolto un presidio di fronte al Comune di Reggio, che si e’ impegnato a costituire un tavolo di confronto sulla vertenza assieme alla Regione.