Quantcast

Cobo, proclamate altre 40 ore di sciopero

Dopo le prime 20 ore si è deciso di continuare nella mobilitazione per il rinnovo dell’integrativo scaduto il 31 dicembre scorso

Più informazioni su

CADELBOSCO SOPRA (Reggio Emilia) – Dopo le prime 20 ore di sciopero indette nelle scorse settimane i lavoratori della Cobo MT di Cadelbosco di Sopra, azienda leader nella progettazione e sviluppo di sistemi integrati per autoveicoli, hanno votato un ulteriore pacchetto di 40 ore di sciopero da scandire a seconda dell’andamento della vertenza aperta sul rinnovo del contratto integrativo.

“Finora la partecipazione è stata molto alta – spiegano Fiom Cgil Reggio Emilia e Cobas – ma l’azienda anche a fronte degli scioperi fatti non ha dato nessun segnale di distensione che potesse permettere la riapertura del tavolo di trattativa. I lavoratori sono consapevoli del sacrificio che comporta scioperare, ma sono convinti che sia l’unica strada percorribile”.

Per questo con i sindacati, durante le assemblee svolte davanti ai cancelli e in sciopero, si è deciso di continuare nella mobilitazione per il rinnovo dell’integrativo scaduto il 31 dicembre scorso, senza escludere – fanno sapere – nessuna azione utile alla riapertura del tavolo di trattativa.

La Cobo, il cui stabilimento di Cadelbosco occupa circa 250 dipendenti, è un azienda che negli ultimi anni ha visto aumentare il proprio fatturato, e “ proprio alla luce di questo dato continuiamo a ritenere inaccettabile l’atteggiamento della dirigenza che ha finora deciso di tenere una posizione di chiusura totale a fronte delle legittime richieste dei lavoratori”, concludono Fiom e Cobas.

Più informazioni su