Rubiera, ruba l’intimo alla vicina e la minaccia con la pistola

Denunciato un pensionato 77enne feticista che aveva la camera piena di indumenti femminili rubati nel condominio sugli stendini

REGGIO EMILIA – Un pensionato 77enne di Rubiera, con la passione per la biancheria intima femminile, è stato denunciato per minaccia aggravata, furto e detenzione illegale di munizioni. L’anziano aveva una passione per perizomi e reggiseni che rubava dagli stendini collocati nel ballatoio condominiale in uso alle vicine di casa.

Una passione che non è passata inosservata tanto che una donna, nel sospetto fosse lui, ha deciso di bussare alla porta per reclamare la restituzione degli ultimi trofei: due paia di mutandine. Ma il 77enne era così legato al suo prezioso bottino che le ha puntato in faccia una pistola ad aria compressa. La donna, scambiandola per un’arma vera, è fuggita impaurita chiamando i carabinieri.

I militari di Rubiera, oltre a sequestrare la pistola e munizioni varie, si sono trovati di fronte ad una scena a dir poco bizzarra. Nella sua camera da letto, “addobbata” con fotografie e immagini pornografiche appese alla parete hanno trovato sparsi anche sul letto una trentina di capi d’intimo da donna (perizoma, reggiseni, culotte in pizzo etcc), risultati rubati alle vicine.

Dal mese di luglio alcune condomine registravano ammanchi di intimo femminile dagli stendini ubicati nel ballatoio di questa unità condominiale di Rubiera. Un vero e proprio mistero cosi’ come il rinvenimento negli androni condominiali di immagini pornografiche. Ora si è scoperto chi era l’autore.