Quantcast

Poviglio, diverbio in municipio: denunciata una 30enne

Rumena nei guai con l’accusa di falsità materiale, violenza, resistenza e oltraggio, nonchè per reiterazione nella guida senza patente

Più informazioni su

POVIGLIO (Reggio Emilia) – Gli agenti del corpo di polizia municipale “Bassa Reggiana” hanno denunciato una cittadina 30enne di origine rumena con l’accusa di falsità materiale, violenza, resistenza e oltraggio, nonchè per reiterazione nella guida senza patente.

Gli agenti dell’ambito Ovest sono intervenuti in municipio a Poviglio dove la donna aveva un diverbio all’interno dell’ufficio anagrafe. La 30enne – già conosciuta alle forze dell’ordine, in quanto in marzo era stata sorpresa a guidare con una patente contraffatta, poi sequestratale – aveva lasciato la sua auto in divieto di sosta di fronte al Comune ed era entrata negli uffici.

Gli agenti hanno riportato la calma e, visionando le telecamere del locale sistema di videosorveglianza, si sono accorti che la donna, andata in escandescenze con un’impiegata, si era messa al volante pur non avendo la patente.

A quel punto è stata denunciata, evitando per sé e soprattutto per gli altri ulteriori disagi: se la donna avesse procurato un sinistro con conseguenti lesioni di una certa importanza, nessuno avrebbe risarcito.

Più informazioni su