Landi Renzo, fatturato in crescita: perdita di 8,5 milioni

La societa' annuncia che prossimamente presentera' il nuovo piano strategico 2018-2022 e conferma le stime di 'una crescita moderata del business e un lieve recupero di marginalita'

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Landi Renzo ha chiuso i primi sei mesi dell’anno con un incremento del 15,9% dei ricavi, pari a 103,5 milioni di euro, rispetto allo stesso periodo 2016. L’ebitda e’ tornato positivo a 4,5 milioni rispetto a -1,6 milioni del periodo di riferimento, l’ebit e’ negativo per 5,6 milioni e si confronta con -9,6 milioni del giugno 2016 e la perdita netta risulta ridotta a 8,5 milioni rispetto al rosso di 12,5 milioni del primo semestre 2016.

La societa’ annuncia che prossimamente presentera’ il nuovo piano strategico 2018-2022 e conferma le stime di ‘una crescita moderata del business e un lieve recupero di marginalita’ in termini di ebitda adjusted che proseguira’ nella seconda meta’ del 2017′.

Ricordiamo che il 31 luglio scorso Landi Renzo ha perfezionato la cessione al Gruppo AVL Italia, primario operatore mondiale nelle attività di sviluppo di powertrain, del ramo d’azienda riguardante la parte del centro tecnico destinata alla gestione dei laboratori, a seguito dell’accordo preliminare siglato in data il 26 aprile 2017. A corollario della cessione, è avvenuto il passaggio diretto di 7 dipendenti dalla Landi Renzo alla AVL.

Alla fine del mese di luglio, inoltre, l’ingegner Claudio Carnevale ha rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato dalla carica di componente del cda Landi Renzo S.p.A., per cogliere nuove opportunità professionali. L’ingegner Claudio Carnevale rivestiva il ruolo di membro del Consiglio di Amministrazione non esecutivo senza alcuna carica nei comitati interni di Landi Renzo S.p.A.

Il presidente Landi: “E’ il primo segnale di una svolta”
“I risultati del primo semestre di quest’anno rappresentano il primo segnale di una svolta grazie alla riorganizzazione dell’attività a cui il nuovo management sta lavorando con grande dedizione. Puntiamo al recupero di una profittabilità sostenibile nel medio-lungo termine ed al rilancio del nostro Gruppo attraverso la revisione delle linee guida strategiche”, ha commentato Stefano Landi, Presidente di Landi Renzo.

L’ad Musi: “Vogliamo focalizzarci su nuovi prodotti”
L’ad Musi: “Il nuovo piano strategico quinquennale a cui stiamo lavorando, e che verrà presentato entro settembre, ha l’obiettivo di identificare le aree strategiche di business, i mercati e segmenti su cui focalizzare la crescita ed individuare le azioni necessarie per consolidare il nostro posizionamento competitivo sui mercati internazionali e confermare la nostra natura di player globale. Sicuramente vogliamo focalizzarci su nuovi prodotti, valorizzando la capacità di innovazione che è nel DNA di questo Gruppo da oltre sessant’anni”, ha dichiarato Cristiano Musi, Amministratore Delegato di Landi Renzo. “Allo stesso tempo il nuovo piano prevederà tutti gli interventi necessari a migliorare l’efficienza nella gestione, in particolare nel settore Automotive, per allinearci alle best practice di mercato”.

Più informazioni su