Gioco d’azzardo, un fatturato da 840 milioni a Reggio

Di cui ben 160 persi. Per combattere la ludopatia arriva ora uno spettacolo teatrale

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Cifre da capogiro: 840 milioni giocati di cui 160 persi. Sono i numeri del gioco d’azzardo in provincia di Reggio Emilia, riferiti al 2015, snocciolati oggi da Matteo Iori del centro sociale contro la ludopatia Papa Giovanni XXIII. Ed ora, sulla scia di quello sulle truffe in casa agli anziani, arriva un nuovo spettacolo teatrale per informare i cittadini sui rischi da dipendenza da tavolo verde e slot machines.

La rappresentazione, dal titolo “All’alba vincero'” (diretto e interpretato da Maria Antonietta Centoducati e Gianni Binelli), e’ promossa insieme a Papa Giovanni XIII da Spi Cgil e Auser di Reggio Emilia. Fara’ tappa nei prossimi mesi su su tutto il territorio provinciale. Le prossime date: il debutto del 30 settembre al Teatro dell’Orologio di Reggio Emilia, Rubiera (circolo Ponteluna) il 13 ottobre, Rio Saliceto il 18 ottobre e poi Puianello, Castelnovo Monti e Correggio.

L’Unione dei Comuni di Albinea, Quattro Castella e Vezzano sul Crostolo ha gia’ concesso il patrocinio allo spettacolo che sara’ aperto a tutti i cittadini e gratuito.
Marzia Dall’Aglio di Spi Cgil, Giovanni Trisolini di Federconsumatori e Vera Romiti di Auser sottolineano l’importanza dell’iniziativa che si pone l’obiettivo “di informare e rendere piu’ consapevole la popolazione, a partire dagli anziani che sono i soggetti piu’ deboli e soli”.

Più informazioni su