Quantcast

Comune, bilancio holding approvato tra le polemiche

Affondo del Movimento 5 Stelle sulle società partecipate: "Certificano fallimento PD"

REGGIO EMILIA – Via libera tra le polemiche dal Consiglio comunale di Reggio Emilia al bilancio consolidato della “holding Comune”, che somma gli esercizi finanziari dell’amministrazione e di 21 tra organismi e societa’ partecipate. Il risultato del 2016 – positivo per 5,7 milioni e con un patrimonio netto di 970 milioni – ottiene il nulla osta della maggioranza, ma finisce nel mirino del Movimento 5 stelle secondo cui il documento “consente di avere il quadro completo delle politiche fallimentari del Pd per lo sviluppo della citta’”.

Diverse le critiche sollevate dai pentastellati alle singole societa’ partecipate (di cui viene approvato con una delibera differente anche un piano di razionalizzazione) a cominciare dalla Stu Reggiane. Il bilancio della partecipata incaricata di ristrutturare i capannoni delle ex Officine reggiane, evidenziano infatti i 5 stelle, “chiude in perdita ed ha realizzato solo il 12% di quanto previsto e soprattutto, come mostrato dal bilancio, al 31 dicembre non ha ancora trovato tutti i soldi per terminare gli interventi di ristrutturazione”.

Questo “nonostante l’apporto di ingenti fondi pubblici per quasi 13 milioni di euro e senza contare che quest’anno noi cittadini reggiani abbiamo dovuto erogare 2 milioni di euro in piu’ del previsto”. Sotto tiro anche l’aeroporto, che in base ai criteri imposti dalla legge Madia, avrebbe dovuto essere “razionalizzato” per mancanza di fatturato sufficiente, ma e’ stato “graziato” dal nuovo progetto della maxi Arena al Campovolo. “Il che si traduce – dice il M5s – che Aeroporto spa serve per captare soldi pubblici, cioe’ nostri, per un intervento che verra’ fatto da privati per portare utili a privati”.

Altri due affondi arrivano sulle societa’ in liquidazione: le Fiere, per cui la procedura e’ aperta da tempo, e Reggio Emilia innovazione (deputata tra l’altro a gestire il Tecnopolo). Proprio su quest’ultima societa’ e’ calendarizzata per oggi in aula la richiesta di un Consiglio comunale straordinario presentata dalle liste civiche di minoranza, per chiedere conto all’amministrazione del fatto che la liquidazione di Rei sia rimasta in sordina senza essere annunciata pubblicamente in sala Tricolore a ridosso delle ferie estive.

“É molto interessante rilevare che le due aziende che dovevano porsi come motore per lo sviluppo del tessuto economico siano entrambe in liquidazione- conclude il M5s- quasi a voler dimostrare che il Pd non e’ in grado di gestire il futuro della citta’, troppo presa a gestire i propri interessi”.

Sempre in tema di partecipate, con i soli voti dei gruppi di maggioranza (Pd, Art.1 – Mdp) il Consiglio comunale ha approvato il bilancio 2016 della societa’ Campus, incaricata appunto della realizzazione del campus univeritario nel complesso del San Lazzaro. L’esercizio si chiude in utile per poco piu’ di 8.000 euro, ma dalle opposizioni si contestano alcune scelte gestionali, come le spese di progettazione degli alloggi per oltre 100.000 euro.